Questo sito contribuisce alla audience di

Informatica - come ragiona il computer.

Qualsiasi circuito digitale elettronico interno al computer è fatto in modo da poter riconoscere solo due stati: acceso – passaggio di corrente – 1; spento – assenza di corrente – 0. Questi due[...]

Qualsiasi circuito digitale elettronico interno al computer è fatto in modo da poter riconoscere solo due stati: acceso – passaggio di corrente – 1; spento – assenza di corrente – 0.

Questi due stati rappresentano la più piccola unità di informazione che è possibile riconoscere: il bit.

Bit è una variabile che può assumere solo due valori, 0 oppure 1.

Da questo nasce il linguaggio binario.

Tutte le informazioni e i dati che vengono inseriti nel computer devono essere convertite nel linguaggio binario ossia in sequenza di zero e uno.

Ad esempio i caratteri della tastiera (lettere, numeri, simboli speciali) vengono convertiti in sequenze di 8 bit diverse l’una dall’altra.

Questa codifica è uno standard ed è chiamato CODICE ASCII.

Unicode (16 bit) si aggiunge al codice Ascii per aggiungere altri caratteri.

Otto bit fanno un byte.