Questo sito contribuisce alla audience di

Val d’Abisso (Piobbico - Marche) - Seconda parte

Note tecniche e commento

Note Tecniche

Praticamente tutti i salti (una ventina in tutto) devono essere superati utilizzando armi naturali (alberi), quindi possono essere utili alcuni cordini da abbandonare per evitare problemi di recupero delle corde. Personalmente ho faticato parecchio a recuperare la corda in almeno due occasioni in cui avevo passato la corda direttamente intorno al tronco di un albero.

Corde: minimo due corde da 50

Giudizio personale

Una vera rottura di scatole! A causa degli scivoli viscidi c’è quasi sempre il rischio di cadere e farsi male e in una scivolata, cadendo su un ramo secco, ho anche strappato la muta nuova. La portata d’acqua era scarsa (1° maggio) e la muta completa superflua (sono quasi morto dal caldo!).

In ogni caso non mi sento di consigliare questa forra a nessuno e non penso proprio che ci tornerò perchè non è acquatica e la verticalità si riduce quasi sempre a degli scivoli


Una sola raccomandazione: utilizzate le corde anche sugli scivoli perché la roccia è veramente scivolosa e le cadute possono avere conseguenze piuttosto dolorose anche a causa dei molti rami secchi presenti nel letto del torrente.

Ultimi interventi

Vedi tutti