Questo sito contribuisce alla audience di

La nascita delle Arti Marziali

Le arti marziali come noi oggi le conosciamo hanno origini antichissime, scopriamo quando e dove esse hanno avuto origine.

Le Arti Marziali nascono con l’uomo, con il suo bisogno di difendersi, di sopravvivere.
Ogni civiltà ha sviluppato un proprio sistema di combattimento, tipico dei costumi del luogo tanto in Oriente quanto in Occidente.

Ma quando e dove ebbero origine le Arti marziali?

E’ difficile stabilire le origini delle Arti marziali
anche perché queste sembrano essersi diffuse per tutto l’Estremo Oriente, senza mai essere state praticate in Europa,
neppure nell’area del Mediterraneo dove si erano stabiliti dei contatti con l’oriente già prima che fiorisse l’Impero Romano.

Tutto ciò in realtà deriva da una nostra personalissima definizione di “Arte Marziale” (termine è entrato nell’uso comune agli inizi degli anni sessanta
quando vennero introdotte in occidente le arti marziali orientali).
Esiste una grande varietà di arti marziali
sviluppatesi in luoghi e periodi molto diversi tra loro, alcuni autori le suddividono in Occidentali ed Orientali,
includendo nella prima categoria la lotta, ed il pugilato, ma anche il pancrazio (pankration, da pan che significa “tutto” e kratos che significa “forza”).
Tutte originarie dell’antica Grecia, dove erano fra le forme di competizione olimpiche più apprezzate.

Molte delle arti marziali praticate in Europa divennero presto obsolete con l’avvento delle armi da fuoco.
Alcune come il pugilato, la lotta, la scherma sono sopravvissute divenendo sport. Altre sono nate dall’unione di quelle Europee
con quelle orientali, come il Full-Contact e la Kick Box.

In oriente invece, sebbene molte tecniche di combattimento si siano rivelate obsolete, soprattutto con l’avvento delle armi da fuoco, le arti marziali sono sopravvissute.
Questo è in parte dovuto all’importanza culturale che le arti marziali hanno rivestito.

Personalmente farei una distinzione fra Arti Marziali (cioè tutte quelle discipline in cui la lotta non è fine a se stessa
ma fa parte di un qualcosa più vasto) e sport da combattimento come il Pugilato, la Savate, il Full-Contact e simili.

Le tracce più antiche dell’esistenza seppure ancora allo stato embrionale delle Arti Marziali sono probabilmente
rappresentate da due statuette datate fra il 3000 e il 2000 a.C., di origine babilonese.
L’una rappresenta un uomo con la mano nella caratteristica posizione di parata, l’altra mostra due uomini che lottano tenendosi l’un l’altro per la cintura,
una forma di combattimento simile al Sumo, ancora oggi popolare in Giappone. Non esistono altre prove che le arti marziali siano nate in Mesopotamia,
tranne la considerazione che lì ha avuto origine una civiltà che avrebbe esercitato una forte influenza sia a oriente sia a occidente.

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)

Ultimi interventi

Vedi tutti