Questo sito contribuisce alla audience di

Tagua: Due giovani artigiani italiani

Francesca e Giovanni ci raccontano come hanno cominciato a lavorare la tagua e ci comunicano il loro entusiasmo per un materiale tutto naturale.
Abbiamo incontrato la tagua durante un viaggio in Sud America e fino
ad oggi lavorarla e creare sempre cose nuove con questo straordinario
seme, ci carica di entusiasmo a tal punto che abbiamo deciso di chiamare
il nostro laboratorio artigianale “Il Seme”.

Viviamo e lavoriamo in Umbria ma ci spostiamo
frequentemente in varie città per portare i nostri prodotti artigianali
nei mercatini locali dove incontriamo sempre tanta gente che immediatamente
rimane affascinata da questo straordinario materiale naturale che è
ancora molto poco conosciuto dalle nostre parti.
Da qualche anno ci siamo specializzati in oggettistica
e bigiotteria e realizziamo supporti per incenso, collane, portachiavi,
anelli, sali-scendi e quant’altro si presti ad essere realizzato con i semi
di tagua che, avendo dimensioni piuttosto contenute, non consentono di realizzare
oggetti molto grandi. Recentemente abbiamo cominciato ad abbinare la tagua
color avorio con semi di palme simili ma dall’aspetto screziato ma i risultati
più soddisfacenti li stiamo ottenendo abbinando la tagua al legno.
La lavorazione della tagua ed in genere dei prodotti
naturali che non possono essere trattati industrialmente consente di realizzare
dei veri pezzi unici poichè ogni noce è naturalmente diversa
dall’altra e ogni oggetto acquista le sue personalissime caratteristiche.
Anche volendo non potremmo mai e poi mai realizzare due oggetti identici.
Ed è proprio questo ciò che ci dà maggiore soddisfazione
e più di ogni altra cosa stimola la nostra creatività: la
certezza che ogni seme susciterà suggestioni diverse e uniche. Da
tutti i nostri prodotti si può notare quanto questa noce sia realmente
simile all’avorio tanto da poterlo sostituire del tutto. Ma forse il pregio
più significativo della tagua è legato al fatto che sostituendone
l’utilizzo a quello dell’avorio si salvaguardia la vita degli elefanti.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti