Questo sito contribuisce alla audience di

L'artigianato tradizionale tra passato e futuro

Mario Cesari ci racconta come l'artigianato tradizionale sia un fattore di continuità con il passato.

A volte a una festa paesana si può avere l’occasione di vedere all’opera
chi ancora fa mestieri dimenticati: chi intreccia con la paglia la protezione
di un fiasco, chi fila col fuso, chi fa le corde, chi batte i ferri da cavallo.
A volte possiamo assistere a dimostrazioni di come si lavorava una volta, vediamo
lavorare i cestai, gli impagliatori di sedie, gli scalpellini: usiamo i loro
prodotti per andare a funghi, sederci, decorare il camino.

I significati dell’artigianato tradizionale

L’artigianato tradizionale tramanda usanze passate, produce oggetti destinati
agli usi domestici o personali, che fanno ancora parte di un mondo quotidiano
e che risultano utili e piacevoli da adoperare.

L’artigianato tradizionale ha un lungo passato, nasce per servire le
prime necessità quotidiane, e così testimonia l’evolversi delle
attività e delle scelte estetiche
, dei modi di vivere.

Il pezzo d’artigianato è fatto dalla mano e per la mano dell’uomo,
comunica impressioni quasi intime al tatto. Non è un pezzo in piú
di una serie, identico al pezzo precedente e al modello di partenza ma ha una
sua individualità, è contemporaneamente spartito ed esecuzione.
Il pezzo d’artigianato non è mai uguale al precedente o al successivo,
che sia una martellata in piú, un nodo del legno, una correzione creativa
o una ricerca voluta, c’è sempre una particolarità che lo rende
diverso
.

L’artigianato tradizionale è cultura e fa parte del tessuto sociale,
non solo produttivo, della sua comunità. L’artigianato tradizionale è
legato alle condizioni locali, all’accessibilità di materie prime e ad
altre opportunità e condizioni particolari di un territorio. L’artigianato
tradizionale mantiene una continuità genuina fra passato e presente
tenendo vive le lavorazioni tramandate e filtrandole attraverso la sensibilità
individuale.

Pillole di saggezza

L’artigianato artistico non può essere distinto nettamente dall’artigianato
tradizionale perché i materiali (legno, metallo, argilla, cuoio, fibre
tessili, cartapesta, pietra, vetro) sono il punto di partenza comune.

a cura di Mario Cesari, Artigiano di Pennabilli

Mario Cesari nasce il 17 Maggio 1947 a Venezia. Nel 1972 inizia a lavorare il metallo ed altri materiali, collaborando con artigiani itineranti, tra Venezia e Stoccolma, vendendo per strada a turisti e passanti.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti