Questo sito contribuisce alla audience di

Collage di foglie

Se cercate un hobby creativo semplice come un gioco da bambini ma anche poco costoso, naturale e di grande effetto cromatico, il collage con le foglie è ciò che fa per voi.

Raccogliere e lasciar essiccare foglie e fiori in ogni stagione dell’anno, è un passatempo divertente e naturale. Una bella collezione di foglie può costituire un erbario, ma può essere utilizzata anche per rivestire artisticamente svariati oggetti.

Oltre ad essere poco costoso, reallizzare i collages di foglie è un hobby che vi consente di esprimere concretamente le vostre idee più creative e fantasiose. La natura ci regala in ogni stagione fiori e foglie di tutti i colori, dai più tenui ai più vivaci, dai più caldi ai più rilassanti… basta guardarsi in giro, raccogliere, essiccare per avere una fantastica tavolozza di colori naturalissimi ed assolutamente unici.

Bastano anche pochissimi esemplari per dare un tocco nuovo ad un sottopiatto o ad un vassoio. Le vostre creazioni avranno i colori della natura, perchè con l’essiccazione sotto pressa la maggior parte delle foglie mantiene inalterata la propria tinta, e saranno tutti pezzi unici poichè non esistono in natura due foglie perfettamente identiche.

I MATERIALI
Le foglie

Raccoglietene molte, ne troverete di tutte le forme e dimensioni: lineari come quelle della ruta, lunghe e frondose come quelle dell’iris, affusolate come quelle della vite vergine, etc.

I colori vanno dal bianco al nero, con tutte le sfumature di verde, rosso, marrone, arancione, giallo, viola e perfino blu. Alcune foglie verdi, per esempio, quelle del rovo e dell’Artemisia, hanno il verso bianco e possono essere usate da ambo le parti. Altre, come quelle della bugola, sono multicolori. Se ne trovano di tutte le dimensioni, da quelle enormi dell’ippocastano a quelle minuscole del capelvenere, quindi conviene sceglierle anche in base alla grandezza dell’oggetto da decorare. Naturalmente potete azzardare soluzioni originali, per esempio, potete coprire interamente un oggetto piccolo con una grande foglia tagliata a misura.

Per pressare le foglie

E’ consigliabile utilizzare un libro molto pesante o un vecchio elenco telefonico, che è ideale anche come ‘ripostiglio’ dal momento che, una volta essiccate, le foglie potranno essere conservate tra le sue pagine.

La presso per i fiori sarà ovviamente molto utile, l’unico inconveniente è che non potrete mettere ad essiccare un gran numero di foglie. Per utilizzarla dovrete allentare le viti di regolazione e sollevare la piastra superiore, poi disporre le foglie a strati alternandole con carta assorbente, cartoncino ondulato o carta di giornale.

Dopo aver rimesso in posizione la piastra superiore riavvitate; le viti vanno strette ogni giorno fino a raggiungere la pressione massima.

Le superfici adatte

Con le foglie essiccate potete decorare quasti tutti gli oggetti a superficie liscia, rigida e possibilmente piana: tavoli, sedie, paraventi, paralumi, scatole, cornici e copertine di libri, quaderni, album per fotografie. Se intendete decorare superfici curve ricordate di utilizzare foglie private del picciolo.

Gli oggetti da decorare possono essere di qualsiasi tipo: porcellana, vetro, metallo, cartone, legno, sughero etc. la base comunque deve essere preparata trattandola adeguatamente, a seconda del materiale, per evitare che sia eccessivamente porosa o assorbente. Possono valere le regole basilari del decoupage. Si possono usare anche le stoffe (cotone, lino o seta) che, trattate con una miscela fatta di una parte di colla vinilica e cinque parti di acqua, si prestano molto bene per usi decorativi.

Gli adesivi

E’ consigliabile usare una colla universale a base polivinilica, che si stende facilmente ed aderisce rapidamente oppure una colla stick per i lavori più delicati.

Il rivestimento protettivo

Le foglie essiccate sono molto fragili e quindi è necessario proteggerle. Il sistema migliore e più rapido è quello di metterle sotto vetro o perspex ma, se questo non è possibile, ricoprite la parte decorata con più mani di poliuretano trasparente spray o di vernice di finitura. Nelle cartolerie o colorerie, inoltre, si trovano anche i fogli di plastica da rivestimento già pronti.

Il metodo che dà i risultati migliori è la plastificazione a caldo - un rivestimento permanente ottenuto con l’applicazione a caldo di una pellicola di plastica - che va effettuata però con apparecchi appositi reperibili nei negozi specializzati.

Foglie da evitare

Un breve elenco di foglie che non vanno essiccate:

foglie molto carnose come quelle del sedo, che hanno un alto contenuto di acqua e quelle di tutte le piante grasse
foglie aghiformi come quelle dell’erica o del pino che tendono ad accartocciarsi dopo l’essiccazione
foglie naturalmente secche come quelle del bambù che avvizziscono
foglie vecchie o malate
foglie rigide come quelle dell’agrifoglio

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti