Questo sito contribuisce alla audience di

Conchiglie sulle pareti

Le mattonelle lavorate a rilievo sono una decorazione murale molto originale. Si realizzano in gesso e possono anche essere colorate o dipinte. Per i motivi a rilievo si possono usare conchiglie e altri oggetti naturali... unico limite: la fantasia !

Le mattonelle a rilievo sono facili da realizzare. Per cominciare bisogna procurarsi dei contenitori regolari che daranno la forma base alla mattonella. Poi si crea un letto di creta da modellare e su questo si dispongono gli elementi secondo il disegno/decoro voluto.

Con un composto gommoso a base di resina siliconica si realizza uno stampo resistente ed elastico che consente di confezionare le mattonelle di gesso a presa rapida e di riprodurre uno stesso disegno per tantissime volte, senza possibilità di errore.

Un’idea può essere quella di alternare mattonelle di forme diverse per dare più movimento all’insieme che potrebbe essere rappresentato dalla parete di un balcone, alla base di un tavolino di pietra etc.

I motivi decorativi

Per comporre i motivi a rilievo potete usare una quantità di materiali diversi. Ricordate però, che non conviene scegliere delle forme troppo complesse o frastagliate poichè la resina siliconica, con la sua consistenza semifluida potrebbe non riprodurre fedelmente tutti i particolari dell’oggetto ed il calco risulterebbe poco nitido. Un materiale ideale sono le conchiglie, perchè sono resistenti e hanno forme eleganti e al tempo stesso abbastanza nette.

Per ottenere un risultato più delicato si possono usare piante resistenti come spighe di grano, oppure fiori carnosi come quelli della magnolia. In alternativa potete impiegare anche degli oggetti che trovate in casa, come statuette, animali in miniatura, formine per biscotti oppure piccoli stampi per dolcetti e gelatine. Dipende spesso dal luogo dove volete mettere le vostre mattonelle.

Dove metterle

Le mattonelle a rilievo non sono adatte per abbellire il piano di un tavolo o la fascia paraspruzzi intorno ad un lavello o ad una vasca. Sono invece ideali come elementi decorativi da applicare alle pareti sia all’interno che all’esterno: disposte in fila appena sopra al battiscopa, oppure poste in cima alla parete per fare la bordura tutta intorno al soffitto.

In una stanza dal soffitto molto alto, per esempio, se volete ottenere un effetto più accogliente, applicate una bordura di mattonelle un po’ al di sopra delle cornici superiori delle porte e delle finestre, poi dipingete questa fascia e le porzioni di parete sovrastanti in una tinta intonata a quella del soffitto e più scura di quella delle pareti sottostanti. In tal modo il soffitto sembrerà più basso.

Lo stesso effetto si può ottenere tagliando in due le pareti: applicate una fascia di legno sagomato a circa 80 cm. da terra e disponete al di sotto di essa una fila di mattonelle; dipingete poi le mattonelle e la parte bassa delle pareti in una tinta più scura del resto della stanza.

I MATERIALI
La resina siliconica

E’ un materiale ideale per creare uno stampo resistente, da usare più volte e flessibile. Immediatamente prima dell’uso la resina va mescolata ad un catalizzatore specifico: questo servirà ad accelerare il consolidamento e per mantenere la flessibilità.

Ci sono vari tipi di resine siliconiche che si possono usare per confezionare gli stampi e sono reperibili presso i rivenditori specializzati in gomma. Fatevi consigliare dal rivenditore nella scelta del prodotto più adatto al materiale che volete usare per le mattonelle. La gomma, infatti, durante il processo di vulcanizzazione che dura in media da 2 a 24 ore a seconda del catalizzatore impiegato, sprigiona facilmente del calore che potrebbe danneggiare alcuni tipi di materiali.

La plastilina

Questo materiale può essere usato per fare stampi di piccole dimensioni. Lavorate la plastilina con le mani fino a renderla morbida e malleabile, poi fatenere una sfoglia di circa 1 cm. di spessore e comprimetela sulla forma da riprodurre. Sollevate la plastilina con molta delicatezza: avrete così ottenuto velocemente uno stampo che potrete riutilizzare finchè non si sarà deformato.

Il gesso

Il gesso bianco da calco è forse il materiale più adatto per questo tipo di mattonelle. E’ un prodotto in polvere che si mescola all’acqua (nelle proporzioni indicate dal produttore) e da cui si ricava un composto molle di consistenza cremosa che si versa facilmente nello stampo.

Ri prende perfettamente tutti i particolari dello stampo e si consolida in circa 30 minuti. Se desiderate delle mattonelle colorate, potete aggiungere al gesso del colorante in polvere (pigmento).

Il cemento

E’ una alternativa al gesso per realizzare mattonelle da esterno. Per colorare questo materiale si usano le tinte speciali per cementi.

I collanti

Per fissare le mattonelle alle pareti usate un adesivo per l’applicazione di rosoni e guarnizioni murali in gesso. Una volta che l’adesivo si sarà asciugato, colmate con stucco ogni eventuale fessura. Se volete mettere le mattonelle in un luogo all’aperto dovrete usare il cemento per fissarle.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti