Questo sito contribuisce alla audience di

Ginseng: la radice della vita

La medicina tradizionale cinese parla da millenni del ginseng e ne sostiene le virtù terapeutiche, ormai comprovate e conosciute anche nel mondo occidentale.Il ginseng migliora il metabolismo energetico, stimola la sintesi proteica, ha un’azione ipolipemizzante, ipocolesterolemizzante e antistress.

Il Ginseng, stupendo dono della natura è da millenni apprezzato in oriente quale magnifica difesa contro ogni genere di malattia e quasi considerato elisir di lunga vita per giungere sani e in forma sino alla più tarda vecchiaia. Il suo stesso nome scientifico Panax Ginseng ne rivela le proprietà, in latino, infatti, panax significa panacea cioè rimedio per tutti i mali, Ginseng in cinese significa radice della vita o radice dell’uomo, per la sua forma antropomorfa. Spontaneo delle foreste alpine dell’Asia orientale (Corea, Manciuria), del Ginseng si adopera esclusivamente la radice vecchia di almeno 5 o 6 anni, che viene in genere trattata nei luoghi d’origine per ricavarne l’estratto in cui si conservano concentrate le benefiche virtù della pianta. Attualmente viene adoperato con successo come tonico ed energetico dell’organismo dalle più svariate categorie di persone. Il Ginseng è particolarmente utile nella pratica sportiva in quanto da studi compiuti su atleti, si è riscontrato un notevole aumento dell’efficienza muscolare misurata all’ergometro, un recupero più veloce dopo intensi sforzi fisici e un significativo accrescimento di potenza negli sport di resistenza. Ulteriore vantaggio che si ricava dall’uso del Ginseng da parte degli sportivi è che esso non è considerato doping neppure nelle gare da professionisti. Altre interessanti utilizzazioni del Ginseng si possono avere nelle diete dimagranti piuttosto strette in quanto all’azione energizzante ed antidepressiva, il Ginseng assicura un significativo apporto di vitamine, sali minerali, ed altri micronutrienti spesso scarseggianti nel corso di diete ipocaloriche. Un ultima ma importante indicazione d’utilizzo del Ginseng consiste nella sua affermata proprietà afrodisiaca che si esplicherebbe però a dosi piuttosto forti, che forse spiegherebbe la mirabile prolificità di alcuni arzilli vecchietti dell’estremo oriente.

Link correlati