Questo sito contribuisce alla audience di

ASTRONOMIA E GEOGRAFIA ASTRONOMICA - 2

di Luciano Drusetta

 

Qualunque sia la nostra
opinione a proposito di scienza e Astrologia, è innegabile che il sapere
astrologico si appoggia sostanzialmente su due discipline che possiamo
tranquillamente definire “scientifiche”: l’astronomia e la geografia
astronomica
. Quest’ultima è la disciplina che considera e studia la Terra in
quanto pianeta, e che si occupa di fissare quei sistemi di riferimento che ci
permettono di individuare in modo inequivocabile la posizione di un oggetto
sulla superficie terrestre o sulla volta celeste. La Terra, come tutti i
pianeti, è sostanzialmente una sfera di roccia che orbita attorno a una stella,
che è il Sole, e il Sole è praticamente una sfera di fuoco. Sappiamo che la
Terra non è proprio una sfera perfetta, perché in realtà è lievemente
schiacciata ai poli, per effetto della rotazione attorno al proprio asse. Ma si
tratta di una differenza minima: per darvi un’idea, su un raggio di circa 6.400
km
, c’è una differenza di soli 21 km a seconda se
questo lo misuriamo all’equatore o se lo misuriamo come distanza tra
Polo Nord e Polo Sud. L’attrazione gravitazionale della Luna comporta che, se
vogliamo essere ancora più precisi, la forma della Terra assomigli anche a
quella di un uovo, con la parte più appuntita rivolta verso la Luna. Se
poi vogliamo essere ancora più precisi, dobbiamo dire che la Terra ha una forma
tutta sua, che chiamiamo “geoide“.