Questo sito contribuisce alla audience di

Astrologia esoterica, via del cosmo e voce dell'anima

per concessione dell'autrice Anna Poletti











Questo articolo nasce dall’incontro con Alan Oken, maestro di astrologia e metafisica, autore di centinaia di articoli e di dodici libri sull’argomento, e fondatore della Wisdom School a Santa Fe, New Mexico.

L’astrologia esoterica è una scienza sacra, perché sviluppa la coscienza e soprattutto l’intuizione. Il passaggio dall’Era dei Pesci all’Era dall’Acquario include una trasformazione del significato della vita, che finora è stata identificata soprattutto nella forma e nella materia e non nell’energia. L’attrazione e la repulsione sono reazioni istintive ed emotive, determinate dalla forma. Nella Nuova Era il cambiamento principale consisterà nello spostamento dell’attenzione dalla forma al piano energetico, che è la qualità vibratoria della vita.

Per facilitare tale passaggio è necessario utilizzare alcuni strumenti. L’astrologia è uno di essi e in tal senso è considerabile una scienza sacra: sviluppa la coscienza e l’intuizione, permette di vedere con il giusto distacco le energie e gli avvenimenti e aiuta a non perdersi nei meandri dei desideri personali, ma a mettere in primo piano l’aiuto cosciente all’umanità e al prossimo.

Esiste attualmente una polarizzazione, un divario sempre maggiore fra persone e gruppi esclusivi e persone e gruppi inclusivi, visibile anche a livello sociale e soprattutto a livello religioso: i valori e il credo di un gruppo o di una nazione sono considerati migliori ed escludono a priori i valori e le credenze di un altro gruppo. Ci sono però sparsi in tutto il mondo gruppi di servizio per l’umanità che preparano il terreno all’avvento della nuova coscienza.

Uno dei passaggi da compiere per questi gruppi di servizio è di incarnare ed essere la voce dell’anima, e non solo di percepirne la voce e i sussurri.
Non siamo esseri materiali che fanno esperienza con lo spirito o che hanno aspirazioni spirituali. Siamo esseri spirituali che fanno esperienza con la materia. Questa è la nuova prospettiva con cui affrontare la vita sul pianeta Terra.

Siamo alla fine di uno stadio nello sviluppo della coscienza umana e si sta preparando l’avvento di una coscienza superiore. Ognuno può percorrere il proprio sentiero, utilizzando mezzi differenti; l’importante è trovare gli strumenti che aiutano e sostengono il processo di evoluzione della coscienza.


L’INTERVISTA

- Qual è la differenza fra intelligenza e saggezza?

“La mente razionale è la mente inferiore, che si manifesta come intelligenza priva di coscienza, mentre la mente intuitiva è la mente superiore, che si manifesta come coscienza. A livello inferiore, senza che tale parola abbia alcuna connotazione negativa, abbiamo i tre corpi fisico, astrale e mentale inferiore. Le corrispondenze nel piano superiore sono l’intuizione, la mente superiore e l’Atma, cioè la volontà dell’anima.

“Abbiamo bisogno di entrambe le menti, allineate e ben usate ed esistono da millenni pratiche, regole e discipline che possono aiutare a strutturare i nostri corpi e le nostre menti in modo equilibrato. Strutturare i corpi e le menti ha come scopo l’allineamento dei piani costitutivi dell’essere umano e l’incarnazione del piano - o progetto - dell’anima.”

- Qual è la conquista della Nuova Era?

“L’obiettivo principale della nuova era è la trasmissione di coscienza all’umanità. La volontà dell’anima è di seminare e diffondere coscienza. La qualità della coscienza è Amore. Come in un’equazione matematica, quanto più si è coscienti tanto più si è amorevoli. L’intuizione, in particolare, permette di trascendere i desideri personali o comunque di infondere nei desideri personali i desideri dell’anima. Niente va negato, occorre invece imparare a trasformare la qualità dell’energia e ad elevare la coscienza per poter trasmettere e diffondere amore inclusivo.

“Per curare non basta parlare o agire con la mente inferiore, che possiede conoscenza senza saggezza, ma muoversi con l’energia del cuore, la sola capace di guarire, di captare il problema altrui e di trovare una via di comunicazione diretta, talvolta silenziosa ma efficace. Quando però si è dominati dal piano dei desideri e si è guidati da quest’ultimi e dalle proiezioni personali risulta difficile capire il sistema energetico dell’altro in modo oggettivo, e di conseguenza non possiamo aiutarlo.”

- Qual è la concezione del divino nella Nuova Era?

“Un’ulteriore differenza tra l’Era dei Pesci e quella dell’Acquario sta nella concezione di Dio. Il passaggio conduce dalla visione di un Dio trascendente, distaccato dall’uomo-peccatore, a quella di un Dio immanente, un Dio che è e di cui, attraverso la coscienza, possiamo percepire la presenza attorno e dentro a noi.

“Anche la separazione fra i sessi e la perdita dell’identificazione nel ruolo sessuale fa parte del processo di trasformazione in atto. Già si comprende e si comprenderà chiaramente l’importanza di unire, all’interno di se stessi, la parte femminile e ricettiva a quella maschile e attiva. Il fine è l’integrazione, la sintesi della polarizzazione maschile e femminile che crea uomini e donne più coscienti.

“Un’altra sfida della Nuova Era: l’auto- responsabilizzazione per lo sviluppo spirituale. Nel passato vi erano autorità esterne a intermediare il contatto con l’aspetto spirituale. Oggi a ognuno è dato d’essere responsabile della propria crescita spirituale e comprendere che non siamo peccatori. L’unico peccato è credere alla separazione, alla polarizzazione e perdere lo stato di sacralità, che ha il suo essere quando si riconosce l’immanenza del divino. L’intermediario fra il corpo e lo spirito è l’anima.”

- Quali sono gli ostacoli principali sul cammino verso la Nuova Era?

“Gli ostacoli principali in cui ci si imbatte sono la paura e l’ignavia. L’obiettivo è però stimolante: integrare l’anima e la personalità non solo in ciascun individuo, ma dentro le nazioni e dentro il cuore dell’umanità. Inutile tentare di convincere gli scettici e tutti coloro che non sono convincibili e che hanno smesso di vedere i colori della vita. Sarebbe una perdita di energia e di tempo.”

- Che rapporto esiste fra astrologia e astronomia?

“Per fare un’ultima equazione matematica: l’astrologia sta all’astronomia come la psicologia sta alla fisionomia. Astrologia e psicologia sono scienze, che si occupano non solo e non primariamente del piano materiale ma dei mondi sottili.”

- Cos’è l’intuizione?

“L’intuizione è il dono che nasce dall’integrazione dell’essere inferiore a quello superiore, e permette di sentirsi atomi nel corpo di Dio.”

Link correlati