Questo sito contribuisce alla audience di

Emisferi cerebrali: tutto quello che non sapete!

L’inconscio è sempre in fermento e non riposa neanche quando dormiamo! L’inconscio è il cosmo in miniatura e come il sistema solare è sempre in movimento! E siccome è sempre in femento,[...]



L’inconscio è sempre in fermento e non riposa neanche quando dormiamo! L’inconscio è il cosmo in miniatura e come il sistema solare è sempre in movimento! E siccome è sempre in femento, se viene lasciato a se stesso diventa un pullulare continuo di emozioni contrastanti, autentiche mine vaganti pronte ad esplodere al minimo disturbo proveniente dalla realtà esterna.

Immaginate una persona pronta a scattare e ad arrabbiarsi al minimo inconveniente, e vi rendete conto di cos’è l’inconscio! L’inconscio riesce a farci passare dalla gioia pazza al dolore incontenibile nel giro di un baleno!

Ecco perché è necessario potenziare la coscienza, l’emisfero sinistro, il libero arbitrio, il controllo della mente inconscia: l’emisfero destro va tenuto continuamente sotto controllo per evitare che scateni emozioni perturbatrici, evitando però di castigarlo e reprimerlo in ogni circostanza! Il rischio di una coscienza molto vigile è proprio quello di imbrigliare e bloccare il bambino interiore più del necessario, reprimendo così la spontaneità e la creatività e le immense potenzialità del nostro inconscio!

L’emisfero destro non vive che per il piacere immediato! E purtroppo la maggior parte delle attività che al presente ci sembrano piacevoli, come stare ore e ore davanti al computer o al televisore, oziare con gli amici in un bar o in una bisca, come pure ubriacarsi o drogarsi, dopo si rivelano gravide di conseguenze.

Al contrario quelle che richiedono impegno e sacrificio e che quindi volentieri ne faremmo a meno, come per esempio studiare, fare pratica, iniziare una nuova attività impegnativa, noiosa o faticosa, come per esempio fare ginnastica e sudare, danno sempre buoni frutti. Tutto ciò del resto fa parte del buon senso comune.

In genere, quando qualcosa non ci piace o ci blocca, dobbiamo pensare che l’emisfero destro, che è quello operativo perché comanda i nostri organi, si sta rifiutando di andare avanti : probabilmente non è stato sufficientemente motivato. Per far apprezzare all’emisfero destro qualunque cosa, anche faticosa e dura, occorre motivarlo, e non c’è cosa migliore del gioco! Ecco perché l’educazione e la rieducazione, compresa quella motoria, per riuscire bene devono basarsi sul gioco!

Gli influssi dei pianeti si scaricano proprio sull’emisfero destro del cervello, come ho spiegato nell’articolo “I pianeti influenzano davvero la nostra vita!”, pubblicato in questa stessa guida. Per approfondire la conoscenza della mente conscia ed inconscia si raccomandano vivamente i seguenti articoli: Tutta la verità sulla mente-Parte terza, nonché Tutta la verità sulla mente -Parte seconda, e Tutta la verità sulla mente -Parte prima.

L’influso dei pianeti ti entra dentro senza che tu lo veda o te ne accorga!

L’emisfero destro è la nostra parte più antica e più sviluppata: il 90-95% delle nostre risorse psichiche è processato dall’emisfero destro. Quindi le sue potenzialità sono infinite. Tuttavia l’emisfero destro si potrebbe paragonare al filo positivo della corrente elettrica alternata: la sua potenzialità può essere estrinsecata soltanto se si scarica o passa attraverso il filo negativo. Il filo negativo simbolizza ovviamente l’emisfero sinistro.

Più precisamente, nel caso del cervello l’emisfero sinistro si deve appropriare delle conoscenze inconsce che sono appannaggio dell’emisfero destro. La mia idea è che nell’inconscio umano, che è una emanazione dell’inconscio collettivo dell’umanità, e che a sua volta è una emanazione dell’inconscio universale, ci sia già tutto quello che ci serve per raggiungere il top della conoscenza e della perfezione. Queste nozioni, questa conoscenza superiore o divina deve essere conquistata e resa consapevole a poco a poco dalla mente conscia nel susseguirsi delle generazioni, ovvero dall’emisfero sinistro che tende a mettersi alla pari con quello destro, ovviamente senza ma potervi riuscire.

La mente conscia deve comprendere il meccanismo di funzionamento degli organi del corpo umano e dell’universo scendendo sempre più nelle profondità dello scibile, pur senza mai poter approdare a una fine o alla totalità. Noi ci accorgiamo di questo progresso della conoscenza attraverso le apparecchiature scientifiche e tecnologiche che diventano sempre più sofisticate, non solo , ma anche sempre più piccole, quasi che l’uomo riesca a trarre i driver occorrenti per il loro funzionamento dalla materia stessa! Il confronto va con i primi computer e i notebook attuali, con le prime radio e gli ipod attuali, con i primi televisori e quelli attuali e con i primi telefoni e i telefonini attuali.

Ora è da ritenersi che c’è sicuramente un ordine a monte che regge e unifica tutte le cose dell’universo. I nostri organi, che funzionano in modo automatico e autonomo, sono in connessione inconscia o inconsapevole con l’universo, quindi anche con i pianeti del sistema solare attraverso il nostro inconscio, attraverso l’emisfero destro del cervello che è in connessione con il cosmo!