Questo sito contribuisce alla audience di

Giove e il segno dello Scorpione

Lo Zodiaco non poteva ignorare che l’esagerazione, l’irascibilità, la prevaricazione, la violenza, l’inganno, la vendetta, il desiderio di farsi giustizia con le proprie mani, la distruzione e[...]

Clara Negri, Pasquale Foglia e Ciro Discepolo

Lo Zodiaco non poteva ignorare che l’esagerazione, l’irascibilità, la prevaricazione, la violenza, l’inganno, la vendetta, il desiderio di farsi giustizia con le proprie mani, la distruzione e l’autodistruzione e le perversioni sessuali sono caratteristiche umane, quindi di tutti i segni, pur secondo una questione di grado, ma ha assegnato l’eccesso di tali caratteristiche al segno dello Scorpione e alla casa ottava: ed ecco in questo segno Marte in primo domicilio diurno e Plutone in secondo domicilio diurno (come vedremo meglio più avanti), e soprattutto ecco Giove in esaltazione diurna (Vedi in fondo la Tavola Numerica dello Zodiaco Tropico o Stagionale)!

Infatti, l’estinzione della vita propria o altrui è anche un esaurimento rapido e violento dell’energia, per esempio, attraverso l’esplosione di una bomba! Ecco il kamikaze in azione pronto a diventare un martire! Il kamikaze è convinto di fare una cosa “giusta” per sé e per la sua gente. Per farsi giustizia con le proprie mani e volere la morte del nemico, come vuole lo Scorpione, occorre un Marte fortissimo, abbinato ad un Giove giustizialista e vendicativo ancora più forte (proprio come Zeus), ossia in esaltazione diurna: ecco lo sceriffo del far west dalla pistola facile ed ecco il padre degli dei che punisce “personalmente” il reo con la folgore fulminandolo all’istante!

Insomma, l’odio e il desiderio di vendetta per trasformarsi in bramosia di sangue (Plutone) e di morte (Plutone) deve essere supportato dall’idea che non c’è di meglio, nella specifica circostanza, della giustizia sommaria. Ma non è solo Marte che vuole farsi giustizia da solo, guidato dai suoi istinti primari: Marte è soprattutto l’impavido esecutore materiale, il killer fanatico e prezzolato, il kamikaze indottrinato, ipnotizzato o drogato…. In realtà, c’è sempre un “sommo” Giove fanatico dell’ordine e della giustizia, ipervendicativo e scaltro, che tira le fila, che indottrina e che fornisce i… soldi! Ecco più o meno il ritratto di Bin Laden: Sole in Pesci opposto a Giove!

Anche in Ariete troviamo Plutone e Marte in domicilio diurno come nello Scorpione, ma l’Ariete è profondamente diverso dallo Scorpione perché al posto di Giove in esaltazione diurna troviamo il Sole, il che rende il segno dell’Ariete esplosivo e irruento: le sue energie sono bruciate in un attimo attraverso l’esplosione della collera e perciò non ne restano altre per covare odio o vendetta! Viceversa nello Scorpione le energie/calorie (Plutone) non sono immediatamente a disposizione perché Plutone (sangue/linfa/lava vulcanica), nella sua “collocazione autunnale” è in 2° domicilio diurno. Qui la collera, che si manifesta ugualmente in maniera forte, non basta tuttavia a liberare lo Scorpione dall’ira per l’affronto subito e, avendo una notevole scorta di energie, l’odio si trasforma in risentimento che viene covato a lungo per indi esplodere quando l’avversario meno se lo aspetta.

In questo comportamento gioca un ruolo importante non solo Giove-strategia in esaltazione diurna in Scorpione, ma anche lo stesso Plutone che in Scorpione-casa ottava simbolizza la morte (la linfa e il sangue che si solidificano a causa del freddo) e l’eredità lasciata dai defunti. Viceversa, Plutone nel segno dell’Ariete (1° domicilio diurno) simbolizza la rinascita: ecco la linfa che si scioglie per effetto del calore primaverile provocando il risveglio vegetativo! Senza linfa le gemme non possono aprirsi e i germogli (Marte) non possono formarsi e trasformarsi in rami.

Vediamo a questo punto perché Plutone è in 1° domicilio diurno (o domicilio primario) in Ariete e non in Scorpione, e viceversa Marte. E facciamolo con una figura della stessa Morpurgo riportata a pagina 325 di Introduzione all’astrologia: Figura 24 – Schema dei domicili base.

Schema dei domicili base di L. Morpurgo

Questo schema è perfetto “soltanto” per i morpurghiani ortodossi. In realtà non lo è affatto! Infatti, aggiungendo al simbolo del pianeta anche il numero assegnato ai pianeti dalla stessa Morpurgo, come nello schema numerato seguente, ci rendiamo conto del grave errore commesso da Lisa Morpurgo, errore che viene perpetrato dai suoi seguaci:

Schema domicili base con numero

Vediamo subito che per per avere una successione da 1 a 12 o da 12 a 1 dei pianeti in domicilio base è necessario invertire tra di loro Marte e Plutone da una parte e Y e Mercurio dall’altra! Ed ecco di seguito lo schema esatto dei domicili base! Ricordo che il domicilio base corrisponde al 2° domicilio diurno della Tavola Numerica dello Zodiaco Tropico o Stagionale.


Ci vuole una bella faccia tosta ad ignorare una dimostrazione così lampante!

Ovviamente i pianeti in domicilio primario sono quelli complementari ai pianeti in domicilio base. E pertanto una volta accettata la correzione suddetta, salta anche lo schema delle esaltazioni di Lisa Morpurgo. Più precisamente si salvano soltanto le esaltazioni dei luminari e dei controluminari! Se poi riportiamo anche lo schema dei domicili primari con i pianeti numerati ci rendiamo conto di un’altra grave incongruenza: i pianeti iniziano con il numero due e finiscono con il numero 11! Ma lasciamo perdere….

Lisa Morpurgo (1), alla quale mi sono sempre criticamente ispirato, ha avuto, tra l’altro, il grande merito di togliere Mercurio dall’esaltazione in Vergine, dove già il pianeta è in domicilio - la doppia potenza di un pianeta in un segno è una cosa inutile e tecnicamente assurda - esaltandolo in Scorpione: in questo caso si tratta però di esaltazione notturna. Se riconosciamo allo Scorpione il potere assoluto (Giove-Zeus in esaltazione diurna) ci convinciamo subito perché Mercurio in Scorpione è in esaltazione notturna: qui opera di nascosto, con circospezione, come vuole appunto la… mafia-casa ottava!

E possiamo così cominciare a renderci conto della differenza di azione tra posizioni planetarie diurne e notturne: le posizioni notturne rappresentano le caratteristiche nascoste di un pianeta, e come tutte le cose nascoste sono pericolose e perciò si cerca di tenerle sotto chiave o in cantina…! Le posizioni notturne sono le caratteristiche istintive del segno, ossia l’inconscio, l’ombra, a differenza di quelle diurne che rappresentano il conscio. Cosicché, l’esilio diurno di Mercurio in Sagittario ed in Pesci non sta a significare mancanza di intelligenza (anche perché di tipi di intelligenza ce ne sono nove), ma indica piuttosto spacconeria, parlare a sproposito o fare discorsi imprudenti e irresponsabili. L’intelligenza non può essere attribuita ad un solo pianeta, altrimenti tutti i segni con Mercurio in caduta e in esilio sarebbero inguaiati!

Il diligente Mercurio è in esaltazione diurna, ossia fortissima, nel segno dominato dal tecnocrate Urano, l’Aquario, segno dell’amicizia e della diplomazia, ma anche della libertà da ogni vincolo che sfocia, a volte, nella rivolta e nell’anticonformismo. Questa intima contraddizione del flemmatico Aquario si spiega col fatto che il segno ha un’ombra scorpionica. In altre parole i tre pianeti notturni dello Scorpione, ossia Saturno, Mercurio e Urano, si rovesciano diventando i tre pianeti diurni dell’Aquario. E spiega anche perché a volte nello Scorpione prevalga la sua parte inconscia aquariana e, come ci ricorda Ciro Discepolo, diventi un santo (2) che però, com’è noto, non se la passa liscia in vita….

Un’attenta rivisitazione del Capricorno e dell’Aquario ci fa capire che Urano è tempismo, opportunismo, tecnica e scienza e noncuranza per le conseguenze etiche delle proprie scelte. L’Aquario è un segno rivoluzionario per le sue scoperte scientifiche, grazie all’accoppiata Urano (scienza) in 1° domicilio diurno, Mercurio (curiosità e precisione) in esaltazione diurna e Saturno (razionalità-freddezza) in 2° domicilio diurno! Lo Zodiaco, che precede i miti greci, non è stato fuorviato dall’animismo e dall’antropomorfismo della mitologia greca per cui ha assegnato al sommo Giove la IX casa Sagittario e cioè la conquista di terre lontane con l’astuzia (Giove) e la forza delle armi (Marte), ma ha attribuito al saggio e vecchio Saturno il potere legale effettivo e l’indipendenza economica espressi dalla X casa Capricorno.

Marte non è mai la mente, ma sempre il braccio armato, e ha il suo domicilio più forte -1° domicilio diurno- in Scorpione dove però il vero ispiratore di tutti i complotti, è Giove in esaltazione diurna, il padre padrone, il capo geloso e irascibile dotato del potere di vita e di morte, coadiuvato da Plutone in 2° domicilio diurno nell’attuazione di piani strategici diabolici con metodi di giustizia primitivi basati sulla legge della segretezza e dell’omertà. Marte, dunque, non può trovarsi in esaltazione diurna in Capricorno. Marte è in esaltazione diurna in Sagittario, segno molto focoso, se non il più appassionato ed esuberante in assoluto, come scrive Ciro Discepolo in Guida all’astrologia (2).

La focosità del Sagittario ben si armonizza col fatto che questo nativo, che in genere è gioviale, entusiasta, generoso, esuberante, ottimista e sempre disponibile con tutti, quando riceve un’offesa o una scortesia, reagisce aggressivamente e non la fa passare liscia. Giove è identico a Zeus e al Dio dell’Antico Testamento e dunque ha fin troppe caratteristiche scorpionico/sagittariane: sicurezza di sé e onnipotenza, giustizia sommaria, ira, vendetta, gelosia, possesso e tantissima esagerazione. Sfido io perché i transiti favorevoli di Giove ci fanno stare bene: ci sentiamo sicuri, forti e invincibili, con l’autostima alle stelle, quasi dei padreterni! Pensiamoci bene: la voglia di sesso, che causa tanti guai agli uomini, è anche una caratteristica di Giove-esuberanza-ottimismo oltre che di Marte e Plutone; inoltre il sesso è legato anche a Nettuno, ossia alle fantasie erotiche e a Venere-bellezza o desiderio del bello.

Il sommo Giove era nell’antichità un vero libertino e le cose non possono cambiare in astrologia soltanto per Giove…, altrimenti salterebbe anche il simbolismo che sta alla base della mitologia, dell’astrologia e della psicologia! In fondo, il sesso è l’istinto più importante per il regno animale poiché provvede alla conservazione delle specie, per cui ogni segno è buono per fare sesso, ed è l’esagerazione in eccesso o in difetto che fa la differenza: e nel segno dello Scorpione spesso riscontriamo gli eccessi!

Giove, dunque, non può essere in esaltazione (diurna) in Toro, come aveva proposto Lisa Morpurgo, perché questo segno è l’istintualità legata alla terra-X, mentre le qualità principale di Giove sono il potere, la strategia, la lungimiranza e il desiderio di vendetta camuffata da giustizia. Non dimentichiamo mai la pena che Zeus inflisse per gelosia al genialissimo Prometeo! Ma allora qualcuno si domanderà, qual è il pianeta esaltato in Toro? In Toro è esaltato Y-Terra di giorno perchè ci troviamo nel periodo stagionale di aprile-maggio quando la natura è al massimo dello splendore.

E Giove non può neanche essere esaltato in Cancro, come ci ha tramandato la tradizione, perché i nativi guardano soprattutto al loro mondo interiore e non sono ambiziosi, al contrario degli opposti nativi del Capricorno, e soprattutto perché il segno del Cancro corrisponde al periodo dell’anno più fecondo della natura e si esprime con una abbondanza di semi (grano): tutto ciò dimostra inequivocabilmente che in Cancro è in esaltazione diurna Plutone! I semi, infatti, che sono affidati alla madre Terra-X per la riproduzione, simbolizzano il più classico aspetto plutoniano: la morte (leggi anche carestia) e la rinascita (germinazione e nuova vita)! E difatti, in Cancro l’esaltazione notturna, che è il complemento di quella diurna, è rappresentata proprio da X-Terra di notte (emisfero notturno o inferiore). L’emisfero inferiore simbolizza anche la terra e l’acqua, mentre quello superiore simbolizza l’aria e il fuoco.

I transiti positivi di Giove portano a una maggiore autostima e/o ottimismo, e in genere si accompagnano ad un periodo economicamente positivo, ma quanto a Giove ricchezza-fortuna, intesa come vincite (al totocalcio, lotto e super-enalotto) nutro i più forti dubbi. La ricchezza è un attributo di Plutone-petrolio-ceneri vulcaniche (che rendono molto fertile e produttiva la terra), piuttosto che di Giove-ottimismo-autostima! Plutone è dunque esaltato in Cancro, il segno della fecondità e della prosperità, i cui nativi sono dei grandi e instancabili lavoratori, molto gelosi (come i nativi Ariete e Scorpione); inoltre, i cancerini sanno fare benissimo parecchi mestieri, anche se si dedicano ad uno in particolare. Un mio conoscente, oltre ad essere un impiegato dei più attivi e volenterosi, molto apprezzato e zelante con i suoi superiori, è anche un ottimo fotografo, sa fare pizze favolose e di ogni tipo, coltiva un piccolo orto, e dulcis in fundo, non trascura la famiglia! Ovviamente avrà anche i suoi difetti: quel Plutone acchiappa tutto in esaltazione diurna sta a indicare proprio il rischio di un’avidità… esaltata!


Bibliografia
(1) L. Morpurgo – Introduzione all’astrologia –Longanesi, 1981;
(2) C. Discepolo –Guida all’astrologia – Armenia, 1992.

Questo articolo è collegato a: Marte e il segno del Capricorno