Questo sito contribuisce alla audience di

Ombra e compensazione, ovvero le fasi di riposo e di stress

I segni zodiacali hanno una parte conscia e una inconscia…. La parte conscia è rappresentata dalle posizioni diurne, mentre quella inconscia corrisponde alle posizioni notturne. E le posizioni[...]


I segni zodiacali hanno una parte conscia e una inconscia…. La parte conscia è rappresentata dalle posizioni diurne, mentre quella inconscia corrisponde alle posizioni notturne. E le posizioni diurne e notturne dei segni zodiacali non sono sei complessivamente come tramandato dalla tradizione e dalla scuola morpurghiana (ortodossa), ma dodici, perché i pianeti attraversano dodici segni e non sei soltanto…. Ed infatti, passando da una posizione all’altra, ovvero da un segno zodiacale all’altro, i pianeti non scompaiono nel nulla…. ma occupano appunto un altro segno e quindi un’altra posizione planetaria. Nella figura seguente sono riportate le sei coppie sinusoidali o in antisci:


Per una visione migliore delle posizioni planetarie, ovvero dei pianeti che occupano i sei punti principali di ogni segno zodiacale, si riportano di seguito le coppie sinusoidali per gruppi di quattro segni: precisamente, i quattro segni equinoziali, i quattro segni intermedi e i quattro segni solstiziali.




E’ risaputo che i nativi di un dato segno zodiacale spesso si compensano nel proprio opposto. E così, l’Ariete si trasforma in Bilancia, il Toro si trasforma in Scorpione, il Gemelli si trasforma in Sagittario, il Cancro si trasforma in Capricorno, il Leone si trasforma in Aquario e la Vergine si trasforma in Pesci; ovviamente la compensazione avviene anche in maniera inversa. Per compensazione s’intende che l’ambizioso Capricorno, per esempio, si comporti come un umile Cancro, e viceversa; che un ordinatissimo Vergine si comporti come uno scombinatissimo Pesci; che un profondo Gemelli si comporti in maniera superfiale come un Sagittario, e viceversa; e così via. Come spiega giustamente Ciro Discepolo, per effetto della compensazione: «Più che di segni dovrete parlare di assi e di relative dialettiche in opposizione» (1).

Ma allora come si inquadra nel discorso astrologico la scoperta dell’ombra o delle coppie sinusoidali, e in definitiva della parte inconscia del segno zodiacale?

Le tipologie dei segni solari, come quelle dell’enneagramma, sono dinamiche, nel senso che non esiste un nativo sempre uguale a se stesso, altrimenti sarebbe un vero e proprio stereotipo. La nostra vita è un continuo cambiamento e tutto ciò che ci circonda è soggetto a cambiamento. La natura stessa cambia continuamente: gli alberi, gli animali, persino le montagne e gli oceani subiscono l’azione erosiva e cangiante del tempo. Il tempo cambia anche le persone! Cambiano le nostre idee, le nostre esperienze, le nostre conoscenze e le nostre convinzioni, e cambiano persino le nostre relazioni, il lavoro, il nostro stato di salute, le nostre associazioni e a volte anche il nostro credo religioso.

A causa del nostro continuo cambiamento causato dall’ambiente circostante due gemelli veri o due gemelli astrali (due persone nate nello stesso giorno e nello stesso luogo, ma che non sono parenti) col passare del tempo possono diventare e diventano sempre più diversi tra di loro e reagiscono anche ai transiti in maniera diversa. Anche se il tema natale è fissato una volta per tutte alla nascita e resta sempre lo stesso per tutta la vita, i transiti che avvengono nel tempo scandiscono i cambiamenti nel vissuto e nel carattere delle persone che con il trascorrere degli anni diventano sempre più mature e consapevoli abbandonando le proprie idiosincrasie iniziali, per cui possiamo dire che soltanto le persone che restano infantili e statiche per tutta la vita non essendosi adattate bene all’ambiente, e che sono quindi nevrotiche, sono i veri soggetti dell’astrologo, avendo bisogno di aiuto per evolversi. Le persone nevrotiche o infantili rispondono in maniera classica ai transiti dei pianeti e rispecchiano bene lo stesso quadro astrale perché sono cambiate poco o niente nel corso della vita.

In realtà, siccome ognuno di noi ha qualche cosa in sospeso o incompiuta, un problema dell’infanzia o dell’adolescenza ancora irrisolto, e il fatto stesso che a qualunque età ci ritroviamo ad affrontare sfide o problemi e ad avere bisogno di aiuto, ciò significa che siamo rimasti bambini in qualche modo e in qualche caratteristica e dobbiamo fare i conti con qualche transito difficile che ci metterà di fronte alla realtà per farci crescere ed evolvere.

Una personalità dunque cambia continuamente nel corso della vita, e tuttavia cambia di preferenza secondo modalità precise e prevedibili, a seconda che si trovi in fase di riposo, oppure in fase di stress!
In fase di riposo non ci sono problemi, anzi ci si sente talmente bene che vengono messe da parte le proprie idiosincrasie abituali e ci si trasforma temporaneamente nel proprio opposto: ecco il nativo Capricorno, solitamente distaccato e freddo, che si trasforma nel romantico e sentimentale Cancro assorbendone “soltanto” le caratteristiche migliori; ecco il nativo Bilancia, solitamente perfezionista, ordinato e insicuro, che si trasforma in Ariete assorbendone “soltanto” le caratteristiche migliori, facendo così a meno delle regole (Saturno) e godendosi la libertà di sperimentare edonisticamente la vita senza l’assillo del proprio critico interiore (ancora Saturno in esaltazione diurna in Bilancia).

Ma cosa succede ai nativi quando si sentono stressati? In questo caso le proprie risorse abituali (i 3 pianeti diurni del segno solare o della semicurva superiore) non bastano più e occorre attingere alle proprie risorse interiori o profonde – le tre posizioni notturne o della semicurva inferiore -, che corrispondono alla propria ombra, per cui una persona solitamente educata e irreprensibile, si comporta in maniera censurabile e indegna: ossia tira fuori il peggio di sé! Nel nostro caso, il nativo Capricorno si trasforma in Sagittario, assorbendone le caratteristiche peggiori: aggressività, arroganza, sopraffazione e persino frenesia sessuale! Invece, il nativo Bilancia, in fase di stress, si trasforma in Pesci, assorbendo le caratteristiche peggiori del segno: diventa estremamente lunatico, sensibile ed inquieto, e soprattutto diventa fanatico al massimo grado e quindi incapace di vedere la realtà delle cose perché è mosso soltanto dal rancore e dal desiderio di vendetta.

Le metamorfosi dei nativi dei vari segni zodiacali sono riportate nel prospetto seguente:


Va da sé, naturalmente, che l’ombra di un segno non si manifesta soltanto in fase di stress, rappresentando la propria natura profonda e inconscia. E tanto per fare un esempio, un nativo Pesci oscilla tra la sua natura sognante (Luna in esaltazione diurna) sempre pronta a sconfinare nell’infinito (Nettuno in primo domicilio diurno) e nel grandioso (Giove in 2° domicilio diurno), e la razionalità ambiziosa e determinata (Saturno in esaltazione notturna) sospinta dall’avidità insaziabile di X-Proserpina (in 1° dom. notturno) e dal desiderio del bello e del lusso (Venere in 2° dom. notturno).

Altrettanto emblematico è il segno della Vergine i cui rappresentanti, solitamente descritti come persone precise, pignole, sobrie, caste, affidabili, inibite, monogame (vergini appunto!) nascondono invece un’ombra palesemente scorpionica o sadica-distruttiva-aggressiva-disordinata-ribelle (2) (Marte in 1° dom. notturno e Plutone in 2° dom. notturno), commista a istintività e passione indomabile (Sole in esaltazione notturna).

Bibliografia
(1) C. Discepolo – Guida all’astrologia- Armenia, 1992;
(2) A.Barbault -Trattato pratico di astrologia - Astrolabio, 1979.

Articolo associato a: Le posizioni diurne e notturne della T.N.