Questo sito contribuisce alla audience di

L'amore universale in astrologia

La voce del cuore è la voce del Superconscio o Supercoscienza, la saggezza umana universale alla quale noi poveri mortali attingiamo raramente. In genere noi siamo dominati dal Sé Istintivo o Inconscio[...]



La voce del cuore è la voce del Superconscio o Supercoscienza, la saggezza umana universale alla quale noi poveri mortali attingiamo raramente.

In genere noi siamo dominati dal Sé Istintivo o Inconscio che è portato al piacere immediato, costi quello che costi. I bambini fanno i capricci quando non sono accontentati subito. Il Sé Istintivo si esprime attraverso quel pigrone, fifone e gaudente dell’emisfero destro che però detiene anche la creatività, l’intuito e la capacità di sintesi che sono le qualità migliori per riuscire bene nella vita. Insomma il nostro inconscio è come la Terra: produce frutti prelibati, ma anche erbacce.

L’inconscio gestisce tutte le nostre emozioni, sia quelle positive come l’amore, la gioia e la serenità, che quelle negative come la paura, la rabbia, la pigrizia, l’egoismo, l’avarizia, l’odio, la presunzione, la gelosia, l’invidia….

L’inconscio è sotto l’effetto diretto dei transiti planetari…. ai quali quasi nessuno può sfuggire.

E allora chi è che deve preoccuparsi assiduamente di estirpare le erbacce? Questo è il compito dell’’Io Cosciente che si esprime attraverso l’emisfero sinistro, quello logico, razionale e analitico. Senza l’intervento della volontà, cioè dell’io adulto e responsabile, non si combina niente di buono nella vita! Se non ci diamo delle priorità e degli obiettivi precisi siamo in balia del nostro Sé Istintivo che rifugge da tutte le cose nuove e impegnative, essendo proteso unicamente a ricercare il piacere immediato attraverso il gioco, il cibo, il sesso e tutte le cose che fanno male….

La programmazione del proprio futuro è un compito che deve accollarsi l’Io Cosciente. L’Io Cosciente dovrebbe controllare le intemperanze e le esagerazioni della bestia interiore: in genere non ci riesce quasi mai…. E deve anche trovare gli antidoti contro i transiti planetari negativi.

Quando i due emisferi cerebrali raggiungono un perfetto accordo, ossia si integrano e armonizzano tra di loro, l’io bambino, cioè il Sé istintivo, e l’Io adulto, cioè l’Io Cosciente, evolvono nella personalità del Genitore buono e saggio che si esprime attraverso il Sé Superiore o Supercoscienza: ed ecco attivarsi il cuore e i suoi nobili sentimenti, ecco l’amore incondizionato.

Ma senza evoluzione personale e spirituale l’amore universale e la compassione per gli altri restano una chimera!

Se non si estirpa l’ignoranza, se non si rende conosciuto lo sconosciuto attraverso la consapevolezza e lo sviluppo personale, ci restano l’invidia, l’egoismo, la rabbia, l’orgoglio, l’avidità e tutte le altre amenità…del nostro Sé Istintivo. E saremo facili vittime dei transiti negativi.