Questo sito contribuisce alla audience di

L'influenza dei pianeti sulla nostra vita

I pianeti sono sicuramente delle pietre vaganti nel cielo e le stelle sono certamente degli enormi ammassi gassosi, ma i loro moti sono così regolari che più regolare non si può, perché obbediscono[...]



I pianeti sono sicuramente delle pietre vaganti nel cielo e le stelle sono certamente degli enormi ammassi gassosi, ma i loro moti sono così regolari che più regolare non si può, perché obbediscono alle leggi del cosmo alle quali soggiace anche il nostro corpo, i cui organi funzionano in modo automatico e inconscio.

Gli atomi del nostro fegato non differiscono da quelli della Luna e del pianeta Giove. Ma anche se l’uomo non fosse costituito di elettroni, di vibrazioni e pulsazioni, di energia come tutto il resto del creato, il nostro inconscio o sé istintuale ha registrato dalla notte dei tempi che (il vecchio e freddo) Saturno si oppone al Sole (caldo, vitale e splendente), che Marte è il dio della guerra e Venere la dea dell’amore, per cui la nostra razionalità, la coscienza, che è nata soltanto “ieri”, anche se volesse non potrebbe annullare queste credenze archetipiche possenti, il cui simbolismo, come ogni psicologo sa, è in realtà essenziale per lo sviluppo armonioso della nostra personalità ed il conseguimento dell’equilibrio interiore!

I pianeti non ci influenzano direttamente, ma agiscono innanzitutto sul luogo per il quale viene calcolato l’oroscopo, sia al momento della nascita che in un momento qualsiasi. È il luogo che per prima viene colpito da transiti nefasti, il che spiega chiaramente la morte contemporanea di più persone, per esempio, a seguito della caduta di un aereo. Quando accade un terremoto, è il luogo per prima che viene interessato dal disastro e conseguentemente anche le persone ne subiscono le conseguenze!

E va anche detto che molti animali diventano irrequieti quando sta per verificarsi un disastro ambientale in quanto il loro inconscio istintuale, che non è dissimile dal nostro, è in stretta connessione con il luogo della Terra che è tutt’uno con l’Universo. Esiste una sottile interazione tra tutte le cose, sia piccole (microcosmo) che grandi (macrocosmo).

Ecco perciò che i pianeti hanno davvero un’influenza notevole sugli esseri umani attraverso l’inconscio che è tutt’uno con il luogo dove ci troviamo in un dato momento, e la loro influenza diventa incontrollabile e pericolosa soprattutto quando l’inconscio personale è malato, o il che è lo stesso, quando la coscienza, l’io, è debole e impotente perché perdiamo facilmente il controllo della situazione! Il che si verifica purtroppo troppe volte nel corso di un’esistenza.

Quando il conscio non va d’accordo con l’inconscio è sempre quest’ultimo che vince, ossia la parte irrazionale e analogica dell’uomo, e sono guai, perché gli istinti più o meno castigati, frenati o deviati dal Super-io, attivati dai transiti dei pianeti, agiscono indisturbati, acuendo i conflitti interiori ed “esaurendo” le energie vitali!

Purtroppo, l’intelligenza e la forza di volontà, che sono retaggio dell’io cosciente, sono impotenti quando l’inconscio personale è malato perché viene compr0messo lo sviluppo persomale! Anche se c’è sempre una questione di grado, è indubbio che l’umanità sia da sempre profondamente sofferente ed infelice, nonostante il benessere materiale indotto dal progresso tecnologico, scientifico e culturale, essendo affetta da infantilismo cronico, per cui la maggior parte degli adulti non è in grado di sopportare lo stress della vita moderna.

Il problema principale per cui ci “attiriamo” addosso sia le cose buone che le cose cattive, anzi spesso le seconde più delle prime, è che il nostro grado di evoluzione - o detto diversamente, il nostro equilibrio interiore o maturità psichica - è molto più importante della legge di attrazione che agisce automaticamente, sia in positivo che in negativo (anche se molti autori in buona o mala fede enfatizzano solo il lato positivo)!

Io penso che la PNL abbia grandissimi meriti perché spesso ti porta direttamente al risultato desiderato, ma ti lascia comunque carente per quanto riguarda la parte psicologica profonda. Se non purghiamo il nostro inconscio personale dal veleno del Super-io, non saremo mai in grado di attingere alle ricchezze dell’inconscio collettivo che racchiude i tesori dell’Energia Universale di cui tanto si parla.

E se non eliminiamo le rimozioni e le inibizioni inconsce, anche se impariamo a visualizzare intensamente attraverso i cinque sensi, spesso ci mancheranno le energie pulsionali necessarie per infondere alle nostre visioni la carica emozionale giusta che ci collega all’Universo! Ma anche quando riusciamo a realizzare i nostri desideri e i nostri sogni, il che però non avviene mai subito e mai in modo facile e indolore, finiamo spesso col ritrovarci in mano un pugno di mosche se non conosciamo i meccanismi profondi dell’inconscio istintuale, collettivo e personale e i loro rapporti con la coscienza! Dove non c’è consapevolezza, le delusioni sono sempre cocenti e a volte fatali!

Noi utilizziamo congegni elettronici potentissimi prodotti dalla mente razionale, dalla scienza, ma quanto alla mente profonda siamo all’epoca delle caverne. E questo è il grande dramma dell’umanità che maneggia disinvoltamente l’energia nucleare allo stesso tempo potentemente creativa e distruttiva, ma non è ancora discesa nelle profondità oceaniche del suo corpo.

In conclusione, l’astrologia funziona, e funziona fin troppo bene, perché i pianeti influenzano il luogo “dove” ci troviamo e in generale il luogo per il quale l’oroscopo viene eretto. L’influsso sulle persone agisce sempre per “tramite” del luogo per il quale l’oroscopo viene eretto. L’influsso si manifesta solo “quando” si verificano transiti significativi che interessano il luogo dell’oroscopo. L’influsso dei pianeti è reale perché l’inconscio istintuale degli esseri viventi è tutt’uno con il luogo per il quale l’oroscopo viene eretto e con l’universo nel suo insieme.

Il tema natale è un perfetto strumento d’indagine psicologica, e dal momento che ogni istante della nostra vita è concatenato agli altri, si presta alla tecnica previsionale; ma è anche vero che l’astrologia, scioccamente cacciata dalle università a seguito della rivoluzione copernicana, è uscita soltanto nell’ultimo secolo dall’età che per la medicina è stata l’epoca dei salassi!

Mentre i pianeti sono estremamente deterministici, basta infatti pensare alle effemeridi, l’essere umano è libero almeno al 50% perché ha qualcosa che soltanto gli esseri viventi hanno ed in particolare l’uomo: l’emisfero sinistro del cervello dotato di capacità di analisi, di logica e razionalità. Quando l’emisfero sinistro è in perfetta sintonia con l’emisfero destro che è dotato di capacità di sintesi, di intuito e di creatività, si raggiunge la realizzazione professionale e personale, l’equilibrio, la pace e la saggezza. E si è in grado di contrastare tutti i transiti difficili dei pianeti, o quasi tutti! Ma guai all’uomo rigido e perfezionista perché diventa prevedibile come i pianeti, ossia perde la libertà in quanto il suo inconscio personale è malato e troppo possente mentre il suo io cosciente è debole e insicuro. Senza un Io Cosciente forte ed equilibrato gli esseri umani sono marionette soggette al loro Sé istintivo e quindi succubi dei pianeti!

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • Ludovica Amirante

    17 Mar 2010 - 12:52 - #1
    0 punti
    Up Down

    Gentile dottor Foglia sono davvero ammirata dal suo articolo. Tornerò a leggerla…

    Ludovica

    Ciao Ludovica,

    chiamami pure Pasquale. Ti aspetto. Grazie.
    Pasquale