Questo sito contribuisce alla audience di

I segni sinusoidali - Parte Settima

La rappresentazione grafica del segno sinusoidale La rappresentazione grafica del segno zodiacale sinusoidale ci fa vedere lo stretto collegamento tra il segno stesso, le stagioni e i giorni[...]


La rappresentazione grafica del segno sinusoidale

La rappresentazione grafica del segno zodiacale sinusoidale ci fa vedere lo stretto collegamento tra il segno stesso, le stagioni e i giorni dell’anno.

A questo punto lo Zodiaco viene ad assumere una connotazione squisitamente geografico-astronomica, cosa che non era sfuggita a tutti i grandi astronomi-astrologi del passato. Nella tabella 1 (Vedi PARTE SESTA) sono riportate le culminazioni del Sole nel corso dell’anno per una località situata alla latitudine 40N49. È facile costatare, con osservazioni ripetute in mesi contrapposti, che l’altezza angolare del Sole a mezzogiorno, per un dato luogo, varia sia pure di poco, anche di giorno in giorno.

Per l’emisfero boreale, l’altezza massima del Sole si ha in corrispondenza del solstizio d’estate e quella minima in coincidenza del solstizio d’inverno; e viceversa per l’emisfero australe. Inoltre, sempre per l’emisfero boreale, durante il periodo inverno-primavera l’altezza del Sole è sempre crescente, perciò il giorno si allunga, mentre nel periodo estate-autunno l’altezza del Sole è sempre decrescente, perciò il giorno si accorcia.

In fondo, questo è il gioco dialettico che intercorre tra le ore di luce e le ore d’oscurità, che insieme all’alternanza delle stagioni, ha tantissima importanza nella vita, non solo pratica, di tutti gli esseri viventi.

Noi possiamo rappresentare, su un sistema di assi cartesiani, in cui l’ascissa corrisponde all’orizzonte del luogo e le ordinate alle altezze angolari del Sole, tre sinusoidi corrispondenti a tre giorni ben precisi: l’inizio del segno zodiacale, cioè 0°, la metà del segno e cioè 15°, e la fine del segno, cioè 30° (che graficamente corrisponde all’inizio del segno successivo): in questo modo abbiamo ottenuto la rappresentazione schematica, in forma sinusoidale, di un segno zodiacale invernale-primaverile (fig.1/a) e estivo-autunnale (fig.1/b).


Ma è anche possibile la rappresentazione grafica in forma sinusoidale di ciascun segno zodiacale, per esempio del segno della Vergine che è in coppia sinusoidale con l’Ariete, proprio sulla base della diversa altezza del sole a mezzogiorno (fig.2).


Volendo essere più coerenti, occorre precisare che parallelamente al variare, di giorno in giorno, dell’altezza del luminare a mezzogiorno, per un dato luogo varia anche l’ora della levata e del tramonto del Sole. Pertanto, la cosa più semplice è quella di considerare un giorno medio per ciascun segno-mese: in questo modo la sinusoide che rappresenta il giorno medio corrisponde anche al segno zodiacale.

Vai alla Parte Ottava 8/10
Torna alla Parte Settima 7/10