Questo sito contribuisce alla audience di

I segni sinosuidali -Parte Ottava

Le quattro stagioni “Mezzanotte del 31 dicembre: insieme ad alcuni diplomatici e dignitari, un alto funzionario dell’O.N.U. sta festeggiando il nuovo anno in una sala del grande[...]


Le quattro stagioni

“Mezzanotte del 31 dicembre: insieme ad alcuni diplomatici e dignitari, un alto funzionario dell’O.N.U. sta festeggiando il nuovo anno in una sala del grande “palazzo di vetro”, la sede delle nazioni Unite a Nuova York. Fuori il freddo è intenso, dai vetri si vede la neve che cade. Poco dopo mezzanotte, l’alto funzionario lascia la riunione e, ben imbacuccato, si precipita all’aeroporto dove l’attende un aereo.

Dopo circa dieci ore di volo, una gentile hostess lo avverte che l’atterraggio è prossimo. Il funzionario si ritira nella toeletta e dopo qualche minuto ne esce con un bel “completo” bianco estivo. No, non gli ha dato alla testa il brindisi di poche ore prima: questo cambio d’abito è una cerimonia alla quale è abituato dopo i lunghi viaggi che la sua carica richiede.

Casi del genere accadono abbastanza spesso ai diplomatici e ai grandi uomini d’affari che si spostano velocemente da un emisfero all’altro della Terra.

Mentre, per esempio, a New York siamo in pieno inverno, sulle spiagge australiane infuria invece la canicola”. Ecco il fenomeno delle stagioni di cui è responsabile proprio la nostra Terra perché gira intorno al Sole tenendo l’asse inclinato rispetto al piano dell’orbita.

Il segno zodiacale è costituito da una successione da 30 a 33 giorni consecutivi. Per rappresentarlo graficamente occorrerebbe riportare su un sistema di assi cartesiani (in cui l’ascissa corrisponde alle ore del giorno e le ordinate all’altezza del Sole) tante sinusoidi quanti sono i giorni che formano il segno stesso.

Infatti i giorni occorrenti per formare un segno di 30° variano da segno a segno a causa del diverso passo del Sole nel corso dell’anno. Passiamo, per esempio, da un massimo di 33 giorni-sinusoidi per il segno del Cancro, che va dal 21 giugno al 23 luglio, a un minimo di 30 giorni-sinusoidi per il segno del Capricorno che va dal 22 dicembre al 20 gennaio.

È evidente che la rappresentazione di 30 o più sinusoidi molto ravvicinate renderebbe il grafico illeggibile. Ma un segno può essere rappresentato dalle tre sinusoidi principali, ben distanziate tra loro: precisamente da quella iniziale (a 0°), dall’intermedia (a 15°) e da quella finale (a 30°).

Le figure 1, 2 e 3 formano nel loro insieme la primavera: si noti che l’altezza del Sole a mezzogiorno cresce dal segno dell’Ariete al segno dei Gemelli.

Di seguito, nelle figure 1-2 e 3 si riportano i singoli mesi-segni costituenti la primavera in modo da rendere il grafico più chiaro:



Le figure 4, 5 e 6 rappresentano l’estate: l’altezza del Sole decresce dal segno del Cancro a quello della Vergine.


Le figure 8, 9 e 10 rappresentano i tre segni autunnali: l’altezza del Sole a mezzogiorno e a mezzanotte è ancora decrescente: il valore più basso è quello del 22 dicembre, quando il Sole si trova sul tropico del Capricorno (solstizio d’inverno): abbiamo perciò la notte più lunga dell’anno per l’emisfero boreale, ma anche il giorno più lungo per l’emisfero australe.


Infine le figure 10, 11 e 12 rappresentano i tre segni invernali: l’altezza del Sole è in fase crescente: i giorni cominciano ad allungarsi (per l’emisfero boreale) e raggiungeranno il valore massimo in corrispondenza del solstizio d’estate.


Torna alla parte 7/10
Vai alla Parte 9/10