Questo sito contribuisce alla audience di

I segni sinusoidali - Decima e ultima parte

La Tavola Numerica dello Zodiaco Tropico o Stagionale La Tavola Numerica dello Zodiaco Tropico o Stagionale tiene conto dell’opposta realtà geografico-astronomica e astrologica dei due emisferi[...]


La Tavola Numerica dello Zodiaco Tropico o Stagionale

La Tavola Numerica dello Zodiaco Tropico o Stagionale tiene conto dell’opposta realtà geografico-astronomica e astrologica dei due emisferi della Terra. Infatti, assodato che il caldo e il freddo sono fondamentali per la vita degli esseri viventi, così come la luce ed il buio, incidendo fortemente sul modo di agire, di pensare e di sentire dei nativi, ovvero di vivere, non possiamo non tenere conto delle conseguenze derivanti dal fatto che i due emisferi della Terra siano caratterizzati da stagioni opposte e alterne. Ogni stagione si ripresenta nell’emisfero opposto ogni sei mesi.


Il fatto curioso è che il giorno dell’anno è lo stesso, perché il circolo di illuminazione va dal polo nord al polo sud della Terra, e tuttavia, se supponiamo che si tratta del 7 agosto, in Europa siamo in piena estate, mentre in Cile e in Argentina siamo in pieno inverno.

Nello stesso giorno la vita si svolge in maniera completamente diversa nei due emisferi: da una parte si avverte un entusiastico e travolgente slancio vitale prodotto dal forte calore e dalla intensa luminosità del cielo, nell’altra invece si avverte il disagio causato dal freddo pungente e dalla scarsa luminosità.

Le opposte caratteristiche climatiche nei due emisferi dela Terra hanno dunque come conseguenza un diverso impatto psicologico-comportamentale sui nativi, per cui se a nord dell’equatore abbiamo, per esempio, il segno del Leone, a sud abbiamo per forza di cose il segno dell’Acquario!

Poiché nel tema natale il simbolo del Sole rappresenta il giorno dell’anno, nel caso si tratti del 7 agosto, il luminare si trova a 15° Leone, ma il punto direttamente opposto del grafico, cioè 15° Acquario, corrisponde al 4 febbraio e non al 7 agosto. È chiaro che il punto 15 gradi Acquario rappresenta un tempo di sei mesi più tardivo rispetto al punto che corrisponde a 15 gradi Leone. I due nativi dal punto di vista stagionale sono di segno opposto, mentre dal punto di vista anagrafico dovrebbero avere lo stesso segno e le stesse caratteristiche astrologiche dato che sono nati nello stesso giorno.

Dunque come la mettiamo? Pur trattandosi anagraficamente dello stesso giorno, è ovvio che il 7 agosto le condizioni di luminosità e di calore sono completamente diverse nei due emisferi: la durata del giorno è più lunga della durata della notte nell’emisfero boreale, mentre è il contrario nell’emisfero australe.

I due nativi, nati nello stesso istante nei due emisferi, godono perciò di diverse condizioni di luce e di calore perché i due emisferi sono stagionalmente sfasati di sei mesi. Dunque i due nativi non possono appartenere allo stesso segno, ma a segni opposti. Bisogna però tenere conto del fatto, altrettanto inoppugnabile, che ogni nativo, a causa delle batoste inesorabili della vita, tende ad assimilare le caratteristiche del segno complementare: ognuno di noi, quanto più è avanti negli anni, tanto più si compensa assimilando le carattersitiche che gli mancavano alla nascita, ossia quele del segno opposto.

Nel caso del nativo del 7 agosto, a un certo punto non si sa più quanto sia leone e quanto sia acquario! Insomma, come spiega anche Ciro Disceoplo, bisogna tenere conto più dell’asse zodiacale che appunto colega due segni opposti, che del singolo segno zodiacale. Ma cosa ne pensano gli astrologi dell’emisfero australe?

Torna alla parte 9/10
Torma alla parte 1/10