News del 27-2-2002

- Una nuova cometa alla portata di tutti - Collisioni a 10 milioni di Km/h nell'ammasso di galassie 1E0657-56 - La Grande Macchia Rossa "tampona" altri uragani tropicali di Giove

~~~~~~~~~~~~

Una nuova cometa e’ in viaggio verso le regioni interne del Sistema
Solare, il suo nome e’ Ikeya-Zhang, e passera’ al perielio, il punto
piu’ vicino al Sole, il 18 Marzo. Sebbene gli astronomi abbiano
predetto che la sua luminosita’ non raggiungera’ valori elevati,
pareri contrari vengono ora avanzati da piu’ parti. Questa volta gli
osservatori dell’emisfero Nord saranno i piu’ fortunati, e da Marzo
fino ad Aprile inoltrato, potranno vederla, almeno coi binocoli.

La discussione sulla luminosita’ di questo oggetto celeste, deriva
principalmente da due fattori: per prima cosa, da quando e’ stata
scoperta, la magnitudine della cometa e’ aumentata molto piu’
rapidamente di quanto gli esperti avessero predetto. Secondo punto
l’orbita di questo oggetto lo porta a passare dalle nostre parti ogni
500 anni circa, e nel 1532 gli archivi orientali ci tramandano una
cometa piuttosto luminosa. Dalla parte opposta si schiera chi ci
informa che e’ risultato piuttosto comune nelle comete “recenti” che
queste avessero dei momentanei sbalzi di luminosita’, che ovviamente
facevano ben sperare gli appassionati e i professionisti, ma che si
risolvevano in un “nulla di fatto”.

Purtroppo, dato che il perielio e’ posto a circa la meta’ della
distanza Terra-Sole, esso non sara’ visibile, se non poco prima
dell’alba e poco dopo il tramonto; questo vista le presenza nel cielo
assieme alla cometa, del Sole stesso. Ben visibile invece sara’
l’avvicinamento della cometa alla Terra, che culminera’ il 28 Aprile,
a una distanza di 60 milioni di Km (la distanza Terra-Sole e’ di circa
150 milioni di Km).

Un po’ di link per seguire l’evento:

Due semplici cartine per individuare la cometa

http://www.uai.it/sez_com/

http://www.space.com/spacewatch/anew_comet_020219.html

http://skyandtelescope.com/observing/objects/comets/article_477_1.asp

~~~~~~~~~~~~

Il telescopio spaziale Chandra e’ stato puntato sull’oggetto 1E0657-56, che e’ un cluster
(ammasso) di galassie. La visione nella banda dei raggi X ci mostra un’onda d’urto
nei gas che si trovano tra una galassia e l’altra.

Questa caratteristica, costituita da un vento di gas che viaggia alla velocità di 10
milioni di Km all’ora, trae probabilmente origine da un sub-cluster, piu’ freddo di
1E0657-56, che si muove al suo interno.

http://chandra.harvard.edu/photo/2002/0066/

~~~~~~~~~~~~

Una grande collisione ha luogo su Giove, il Pianeta Gigante del nostro
Sistema Solare. La famosa Macchia Rossa, una formazione nell’atmosfera
gioviana molto simile a una tromba d’aria ma grande quanto la Terra,
si sta scontrando con una formazione molto simile ma piu’ piccola, uno
degli “Ovali Bianchi”. Lo spettacolo andra’ avanti per circa due mesi.

http://www.space.com/scienceastronomy/solarsystem/jupiter_storms_020131.html

~~~~~~~~~~~~

A cura di:

Alfonso Mantero

Iolowcost

Una vita a basso costo?

Visita subito il nostro portale!

Link correlati