Questo sito contribuisce alla audience di

M31, la Galassia di Andromeda

E' la più luminosa galassia nei cieli boreali, il più lontano oggetto visibile ad occhio nudo, e la più famosa fra le galassie a spirale.(6 immagini)

In una notte estiva o in una sera autunnale è possibile individuare, ben alta nel cielo, la costellazione di Andromeda: tre stelle di simile luminosità ed equidistanti, poste lungo una linea di circa 25° in direzione NE/SW, fra Perseo e Pegaso. All’altezza della stella centrale, spostandosi qualche grado verso NW, un binocolo mostrerà chiaramente un oggetto veramente strano: una specie di fuso allungato, con la parte centrale più luminosa e le estremità molto sfumate. E’ la Galassia di Andromeda!

Le sue dimensioni appaiono ragguardevoli già al binocolo, occupando quasi metà del campo ed è possibile averne un’idea anche ad occhio nudo. Da cieli molto scuri, infatti, la Galassia di Andromeda appare come una nuvoletta molto allungata anche senza alcun ausilio ottico.


Confronto fra le dimensioni apparenti della Luna e della Galassia di Andromeda

Data la sua ottima visibilità, M31 (anche nota come NGC221) fu inserita nelle carte stellari già nel nono secolo (in cataloghi arabi) ed è uno degli oggetti celesti più famosi. Come galassia è piuttosto imponente, un po’ più grande della Via Lattea, e detiene così il primo posto, per dimensione, nel Gruppo Locale, l’addensamento di qualche decina di galassie cui fanno parte la nostra galassia e, per citare altre due galassie famose, le Nubi di Magellano.

E’ normale che un oggetto così grande e “vicino” (circa 2.2 milioni di anni luce) sia anche molto “fotogenico”, con la sua splendida struttura a spirale (puoi leggere l’intervento sulla classificazione delle galassie). Per chi vuole guardarla attraverso un piccolo telescopio, bisogna però ricordare che sarà impossibile osservarne i bracci. Questi infatti iniziano ad essere visibili solo con telescopi di circa 20 cm di diametro, mentre le condensazioni stellari (associazioni di stelle giovani sui bracci della galassia) iniziano a vedersi solo attraverso strumenti della classe dei 40 centimetri.

Ecco alcune splendide immagini di questa galassia. Cliccandole si apre una finestra con una foto a maggiore risoluzione dalla quale si può raggiungere una versione “wallpaper”.


Splendido campo largo. Seguendo il link si possono aprire immagini a risoluzione alta ed altissima.


Immagine realizzata con uno strumento amatoriale su pellicola a colori.


Si notino le due galassie satelliti: M32 (=NGC221) ed M110 (=NGC205). Anche di questa immagine sono disponibili ingrandimenti a differente risoluzione


Un dettaglio dei confini esterni della galassia. Disponibili versioni ad alta e ad altissima risoluzione.


L’Hubble Space Telescope è riuscito a risolvere in singole stelle la galassia M32, satellite di M31. Disponibili versioni ad alta e ad altissima risoluzione.