Questo sito contribuisce alla audience di

All'indomani di ASTRONOMIX

Un primo consuntivo della notevole manifestazione AstronomiX, tenutasi dal 20 al 23 settembre 2007 a Faenza.

Cari Amici,

ASTRONOMIX, il quarantennale dell’Unione Astrofili Italiani è terminato ieri alle 18 circa, come previsto. La giornata conclusiva di ieri è stata particolarmente intensa con numerose relazioni scientifiche di livello particolarmnete elevato nell’ambito della Sessione Sistama Solare, presieduta dal Prof. Cesare Barbieri dell’Osservatorio Astronomico di Padova, che ha tenuto una interessantissima conferenza pubblica sulla Missione Rosetta e su tutte le altre missioni spaziali cometarie, e nell’ambito della Sessione Astronomia Galattica ed Extragalattica, il cui Chairman è stato il Prof. Paolo de Bernardis dell’Università di Roma La Sapienza, che ha tenuto una mirabile conferenza pubblica conclusiva di tutta la manifestazione dal titolo “Archeologia dell’Universo” nella quale ha trattato argomenti cosmologici di punta e i risultati dell’esperimento Boomerang e dei suoi prosecutori. La conferenza del Prof. Giuliano Romano, dell’Osservatorio Astronomico di Padova, a metà giornata dal titolo “Orione: culla di stelle” è stata una mirabile lezione per tutti gli Astrofili Italiani, ricca di spunti di possibili collaborazione tra il mondo professionale e quello amatoriale. E’ la prima volta che tutte le Sessioni dei lavori di un Congresso dell’Unione Astrofili Italiani sono presiedute da professionisti del settore e questa, se ce ne fosse ancora bisogno, è un’ulteriore conferma dell’aperta e disinteressata collaborazione oggi esistente tra il mondo professionale e quello amatoriale.

Le relazioni scientifiche presentate in questa ultima giornata da valenti Astrofili non sono state da meno. Si è trattato di Giove, di Comete, di Venere, di osservazioni della Luna in eclisse, dell’osservazione di una recentissima Nova attraverso il telescopio remoto UAI, della probabile scoperta del primo pianeta extrasolare da parte di un Astrofilo (notizia regalataci in anteprima da Claudio Lopresti), della notevolissima attività scientifica del Virtual Telescope di Gianluca Masi. Un livello di relazioni scientifiche mai così elevato.

ASTRONOMIX si è concluso ieri pomeriggio alle 18 con la premiazione di alcune scuole che hanno partecipato al Concorso “l’Astronomia vista da me!”, un concorso fortemente voluto dalle tante scuole di ogni ordine e grado che hanno partecipato in massa a questa manifestazione. l’Istituto Comprensivo Castelbolognese Solarolo si è aggiudicato il primo premio consistente in un telescopio messo a disposizione della ditta Auriga di Milano nell’ambito dell’accordo triennale esistente con l’UAI.

Non è facile tirare le conclusioni di questa articolata manifestazione e chiedo a tutti coloro che hanno partecipato di inviarmi direttamente a me per email (presidente@uai.it) giudizi e consigli su come migliorare le prossime occasioni d’incontro.

In questi quattro giorni hanno frequentato i padiglioni della Fiera di Faenza e la Sala Conferenze oltre 3000 persone, suddivise più o meno equamente tra studenti e Astrofili provenienti da ogni parte d’Italia. E’ la prima volta che una manifestazione astronomica nazionale ha avuto una simile partecipazione. La presenza di praticamente tutti gli operatori nell’ambito della strumentazione astronomica, di alcuni tra i principali operatori tra i produttori di impianti anti-inquinamento luminoso, la presenza delle Agezie Spaziali europea e italiana e di alcune aziende aerospaziali e la presenza di un bel planetario portatile ha arricchito di numerosi spunti il “normale” Congresso UAI che tutti i Soci conoscono da quarant’anni e che, normalmente, ha visto negli anni passati una partecipazione di non più di duecento Astrofili. Dal mio punto di vista è stato un bel salto di qualità! Ma vorrei ricevere da parte di tutti voi commenti e, soprattutto, suggerimenti per come migliorare le prossime edizioni. L’Assemblea dei Soci UAI, tenutasi sabato 22 pomeriggio, infatti, ha deciso che nelle prossime edizioni di Biella (2008) e Padova (2009) si terrà in concomitanza la manifestazione ASTRONOMIX in maniera da rendere questa iniziativa una fiera itinerante dell’Astronomia collegata strettamente al Congresso annuale UAI. Da subito, quimdi, dobbiamo partire per organizzare al meglio il prossimo importante appuntamento del 41° Congresso UAI di Biella!

Quest’anno si sono anche tenute le elezioni per il rinnovo delle cariche sociali. I risultati delle elezioni, esposti ieri mattina dal Presidente del Seggio Elettorale, il socio UAI Ing. Enrico Castiglia, sono i seguenti:
- schede pervenute al Seggio Elettorale: 271
- schede ritenute valide al voto: 254
- Presidente: Emilio Sassone Corsi (voti 227)
- Vicepresidente: Mario di Sora (voti 221)
- Segretario: Massimo Corbisiero (voti 139; Luca Orrù ha ricevuto 104 voti)
- Tesoriere: Paolo Minafra (voti 201)
- Consiglieri: - Francesca Sodi (voti 170) - Claudio Lopresti (voti 164) - Giorgio Bianciardi (voti 149) - Gianluca Masi (voti 134) - Jacopo Baldi (voti 124) - Salvo Pluchino (voti 95) - Giovanni Greatti (voti 40)
Dato che, durante l’Assemblea è stato evidenziato che il Socio Gianluca Masi potrebbe non avere le caratteristiche di eleggibilità, è stato deciso di reinviare la decisione relativamente a questo punto al Comitato dei Probiviri che è già stato incaricato di espimersi.

Il nuovo Consiglio Direttivo dell’Unione Astrofili Italiani, in funzione di questa decisione, è il seguente:
Presidente: Emilio Sassone Corsi
Vicepresidente: Mario di Sora
Segretario: Massimo Corbisiero
Tesoriere: Paolo Minafra
Consiglieri:
Francesca Sodi
Claudio Lopresti
Giorgio Bianciardi
Gianluca Masi (se il Comitato dei Probiviri riterrà valida la sua posizione)
Jacopo Baldi
Salvo Pluchino (se il Comitato dei Probiviri riterrà non valida la posizione di Gianluca Masi).

Desidero ringraziare di cuore tutti i Soci che hanno espresso il loro voto a favore mio e dei consiglieri.

ASTRONOMIX e il quarantennale UAI si è quindi concluso e … si torna alla vita “normale”…. Non posso concludere questo mio messaggio senza ringraziare in maniera più che sincera tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questa manifestazione ed in particolare il Gruppo Astrofili Faentini “G.B.Lacchini” soprattutto nelle persone di Mario Bombardini, Bruno Casadio e Vittoria Lacchini, il Comune di Faenza ed in particolare il Sindaco e l’Assessore alla Cultura più volte presenti ai lavori, la Fiera di Faenza ed in particolare la sua direttrice Fedalma Foschini, la ditta BluNautilus che ha garantito l’organizzazione dell’esposizione, soprattutto nelle persone di Alfredo Monticelli e Fausto Bianchini, gli Enti Patrocinatori della manifestazione: il Ministero della Pubblica Istruzione, l’Istituto Nazionale di Astrofisica INAF, l’Agenzia Spaziale Europea ESA, l’Agenzia Spaziale Italiana ASI, il Consiglio Nazionale delle Ricerche CNR, la Società Astronomica Italiana SAIt, l’Associazione dei Produttori di Illuminazione ASSIL, la Provincia di Ravenna, la Regione Emilia Romagna. Ringrazio tutti i conferenzieri intervenuti e che hanno arricchito con le loro conferenze e manifestazioni i quattro giorni di ASTRONOMIX: Lara Albanese, Walter Riva, Marina Costa, Fabrizio Bònoli, Franco Pacini, Maria Antonietta Guerrieri, Nicoletta Lanciano, Gian Nicola Cabizza, Alberto Righini, Giovanni Fabrizio Bignami, Giampaolo Vettolani, Luigi Baldinelli, Mario Veltri, Giancarlo Favero, Roberto Bizzotto, Gabriele Vanin, Riccardo Balestrieri, Giorgio Bianciardi, Girolamo Sansosti, Piergiorgio Odifreddi, Costanza Redini, Alessandra Petrangelo, Cesare Barbieri, Giuliano Romano, Paolo De Bernardis. Ringrazio ancora tutti i Soci UAI che hanno lavorato in questi giorni duramente per organizzare i lavori congressuali, presidiare lo stand UAI, consentire il corretto svolgimento di tutte le iniziative. E’ solo con il contributo spassionato di tutti che siamo riusciti a realizzare tutto ciò.

Vi prego di diffondere questo messaggio a tutti gli interessati e di pubblicarlo sui siti Internet delle vostre Associazioni.

A presto!

Emilio Sassone Corsi
Presidente UAI
presidente@uai.it