Questo sito contribuisce alla audience di

Televideo, pagina di astronomia del 2007-03-29

“Dalla UAIUnione Astrofili Italiani” “Dalla UAIUnione Astrofili Italiani” Ecco i primi Star Party di primavera! 13-15 aprile: Forca Canapine (Norcia, PG). Sito all’interno del[...]

“Dalla UAIUnione Astrofili Italiani”
“Dalla UAIUnione Astrofili Italiani” Ecco i primi Star Party di primavera! 13-15 aprile: Forca Canapine (Norcia, PG). Sito all’interno del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, a 1600m, gode di minimo inquinamento luminoso.Osservazioni guidate del cielo notturno e del Sole, conferenze.Organizzione UAI. 20-22 Aprile: V Star Party del Cilento a San Mauro la Bruca (SA) a cura dell’ ass. AstroCampania e UAI. Oltre alle osservazioni, la manifestazione, che ospita il Seminario della Sezione Luna UAI, prevede conferenze, escursioni facoltative e mercatino dell’usato. Maggiori informazioni sul sito UAI.

“Noi e il cielo”
La presenza di sette “dei” celesti, i pianeti, noti fin dalla preistoria, ha avuto innumerevoli riflessi nella cultura. Dai 7 gradini dei templi mesopotamici ai 7 archi dei portali romanici ai 7 rami dell’albero delle leggende siberiane, il numero 7, corrispondente ai 7 cieli, la “scala” per raggiungere le stelle, ha sempre rappresentato la chiave dell’elevazione spirituale e della crescita interiore, anche nella religione (i sette doni dello Spirito Santo).Con lo stesso valore si ritrova nel sufismo arabo e in Dante. Per domande e informazioni: tlv(at)uai.it

“Stelle, costellazioni e…”
Tra i due Cani (visibili entrambi a Sud: la brillantissima Sirio e, 25° più a NNE, la fulgida Procione) giace l’Unicorno, una delle 20 costellazioni introdotte tra il 1598 e il 1612 dal cartografo olandese Petrus Plancius. Di queste sopravvissero solo altre tre: Colomba, Gru, Giraffa. A parte la Gru, visibile solo nell’emisfero australe, le altre sono visibili contemporaneamente: la Giraffa a Nord (tra Capella e la Polare) e la Colomba a Sud della Lepre, sotto Orione (ma è molto bassa e in Italia è visibile bene solo dal Meridione verso le 20 a fine febbraio)

“Che stella è quella?”
15° a Sud di Procione (alta 50° verso Sud in queste sere) si trova la Alfa dell’Unicorno (o Alpha Monocerotis, parola latina con origine dal greco monos=uno e keras=corno), seconda stella per luminosità dell’Unicorno, di magnitudine 3,93, battuta per un centesimo di magnitudine dalla Beta. È una gigante arancione con superficie a 4542°C, a 144 anni luce. Luminosità e distanza indicano che è 60 volte più irraggiante del Sole, con un diametro 11 volte superiore. La sua stabilità spettrale l’ha resa un riferimento per gli studi di stelle più turbolente.