Questo sito contribuisce alla audience di

Il Cielo del Mese: febbraio 2008

Sole e Luna, pianeti e costellazioni visibili durante il mese, con carte del cielo e degli eventi. febbraio 2008

Si trova nella costellazione del Capricorno fino al 16, quando passa nella costellazione dell’Acquario.

  1 febbraio: il sole sorge alle 7.25; tramonta alle 17.26

  15 febbraio: il sole sorge alle 7.09; tramonta alle 17.44

  29 febbraio: il sole sorge alle 6.48; tramonta alle 18.01

La durata del giorno aumenta di 1 ora e 7 minuti dall’inizio del mese.
(Gli orari indicati sono validi per una località alla latitudine media italiana).

LUNA
Le Fasi:

  Luna nuova il 7
  Primo Quarto il 14
  Luna piena il 21
  Ultimo quarto il 29
21 FEBBRAIO: ECLISSE TOTALE DI LUNA

A meno di un anno dall’ultima eclisse totale di Luna – avvenuta il 3 marzo 2007 – si ripresenta l’occasione di osservare il sempre suggestivo fenomeno.   Stavolta gli orari saranno meno “comodi” e richiederanno un po’ di sacrificio, dato che l’inizio della totalità è previsto per le 4 del mattino del giorno 21.

La tabella indica gli orari delle varie fasi dell’eclisse:



























FASE

ORARIO

Inizio Eclisse di Penombra


01h 34m


Inizio Eclisse


02h 42m


Inizio Totalità


04h 00m


Massimo dell’Eclisse


04h 26m


Fine Totalità


04h 51m


Fine Eclisse


05h 09m


Fine Eclisse di Penombra


06h 17m

Ulteriori dati sono consultabili alle pagine web: 
http://sunearth.gsfc.nasa.gov/eclipse/LEmono/TLE2008Feb21/image/TLE2008Feb21-GMT+1.GIF
e
http://sunearth.gsfc.nasa.gov/eclipse/LEplot/LEplot2001/LE2008Feb21T.GIF

In concomitanza con l’eclisse la Luna si troverà in congiunzione con Regolo, la stella alfa della costellazione del Leone; poco più a sinistra possiamo osservare il pianeta Saturno.

Vedi mappe:    20 febbraio ore 21.00

                       21 febbraio ore 01.30

Osserviamo insieme l’eclisse di Luna !

La Luna Rossa

20 – 21 febbraio

Notte di osservazioni pubbliche in attesa dell’eclisse totale di Luna.

L’UAI per l’occasione attiverà un collegamento con “Il Cielo in Diretta“, l’iniziativa UAI-Corriere della Sera per avvicinare all’Astronomia via Internet.

Ulteriori informazioni saranno disponibili su http://divulgazione.uai.it/ e su http://astroiniziative.uai.it/ , dove sarà possibile consultare l’elenco delle iniziative allestite dalle associazioni astrofili locali.

OSSERVABILITÀ DEI PIANETI
Mercurio: ancora inosservabile a inizio mese, dopo la congiunzione con il Sole del 26 gennaio, il pianeta ricompare nei cieli della sera offrendo una delle migliori opportunità dell’anno per osservarlo dopo il tramonto del Sole, in direzione Ovest.
La massima elongazione (distanza angolare) dal Sole, pari ad oltre 18°, si verificherà il giorno 24.

Venere: il pianeta più luminoso è ancora visibile al mattino poco prima dell’alba, basso sull’orizzonte orientale, in direzione Sud-Est.  L’intervallo di osservabilità si riduce però ulteriormente, fino a ridursi a circa un’ora prima dell’alba.  Il 26 sarà in congiunzione con Mercurio.  Nel corso del mese Venere percorre una parte delle costellazioni del Sagittario e del Capricorno.

Marte: possiamo osservare il pianeta rosso ancora per gran parte della notte.  Al tramonto del Sole Marte è già alto in cielo e nelle prime ore della notte potremo osservarlo alla massima altezza sull’orizzonte verso Sud.   Nelle ore successive il pianeta si abbassarà sempre più verso occidente.  Rimane per tutto il mese nella costellazione del Toro.

Giove: nel corso del mese migliorano le possibilità di osservare il pianeta, che lentamente incrementa la propria altezza sull’orizzonte orientale, dove possiamo individuarlo poco prima dell’alba. Giove si trova nella costellazione del Sagittario.

Saturno: questo è il periodo migliore dell’anno per osservare il pianeta ed i suoi anelli.  Il giorno 24 si troverà all’opposizione, il che significa che sarà possibile ammirarlo per l’intera notte.  Saturno si trova ancora nella costellazione del Leone.

Urano: il pianeta è ormai praticamente inosservabile. Si avvicina sempre più al Sole, con il quale si troverà in congiunzione nel corso del prossimo mese.
Dovremo attendere qualche settimana per poterlo osservare nuovamente, ma nel cielo mattutino, prima dell’alba.
Urano si trova ancora nella costellazione dell’Acquario, dove rimarrà tutto l’anno.

Nettuno
: anche Nettuno rimarrà invisibile per tutto il mese venendo a trovarsi in congiunzione con il Sole il giorno 11. Il pianeta si trova nella costellazione del Capricorno.

Plutone [pianeta nano]:
L’intervallo di osservabilità è ancora simile a quello di Giove.   Plutone si trova infatti anch’esso nella costellazione del Sagittario, un po’ più in alto rispetto a Giove, in prossimità del confine con l’Ofiuco.   Per la sua bassissima luminosità è individuabile solo con un telescopio di adeguata potenza.

Preso atto della decisione della IAU (International Astronomical Union) - Praga, agosto 2007 - in merito alla riclassificazione di Plutone, www.uai.it/index.php?tipo=A&id=1300, per il momento abbiamo scelto di mantenere comunque lo spazio dedicato all’ex-pianeta nella nostra rubrica.

CONGIUNZIONILuna - Giove - Venere : l’incontro fra i tre astri non sarà di facilissima osservazione, poichè si troveranno molto bassi sull’orizzonte a Sud – Est.  La mattina del giorno 4, se l’orizzonte sarà sgombro da nubi, prima del sorgere del Sole sarà possibile ammirare una sottile falce di Luna calante sorgere insieme a Giove e Venere, nella costellazione del Sagittario  (vedi mappa).

Luna – Marte : la notte del 16 febbraio la Luna si troverà nei pressi del confine tra le costellazioni dei Gemelli, del Toro e dell’Auriga, a breve distanza dal pianeta Marte  (vedi mappa).

Luna - Saturno: come già anticipato nei paragrafi precedenti, la notte tra il 20 ed il 21 febbraio, mentre si verifica l’eclisse di Luna, avrà luogo anche la congiunzone tra Luna e Saturno, nella costellazione del Leone  (vedi mappa).

COSTELLAZIONI

Il cielo è ancora dominato dalle grandi costellazioni invernali. Protagonista del cielo in direzione meridionale è sempre Orione, con le tre stelle allineate della cintura (da sinistra: Alnitak, Alnilam e Mintaka) ed i luminosi astri Betelgeuse (rossa) e Rigel (azzurra).
Più in alto troviamo ancora le costellazioni del Toro con la rossa Aldebaran, la costellazione dell’Auriga con la brillante stella Capella, i Gemelli con le stelle principali Castore e Polluce. A sinistra in basso rispetto ad Orione, il grande cacciatore, nella costellazione del Cane Maggiore, brilla la notissima Sirio, la stella più luminosa del cielo.
Più in alto, a sinistra, la raffigurazione della caccia è completata dal Cane Minore, dove risplende Procione.  Verso Ovest, nelle prime ore della sera, c’è ancora tempo per veder tramontare le costellazioni autunnali di Andromeda, del Triangolo, dei Pesci e dell’Ariete.
Restando tra le costellazioni zodiacali, un po’ più impegnativo è invece il riconoscimento della piccola e debole costellazione del Cancro visibile tra i Gemelli e il Leone, che vedremo sorgere ad Est, seguito dalla Vergine.

Prendendo a riferimento la Stella Polare, possiamo riconoscere alcune note costellazioni del cielo settentrionale.
A Nord-Ovest riconosciamo Cassiopea con la sua inconfondibile forma a “W”; tra Cassiopea e il Toro è facile individuare la costellazione del Perseo.
Più spostata a Nord-Est si trova l’inconfondibile Orsa Maggiore, vicino alla quale possiamo riconoscere la piccola costellazione dei Cani da Caccia.

Per ulteriori approfondimenti sulle costellazioni e le stelle visibili in questo periodo,
consultate la pagina 575 di Televideo

CARTE DEL CIELO
costellazioni: latino e italiano















































 
Sfondo
Nero


Sfondo
Bianco

Dettaglio della carta

Orizzonte Nord
15 febbraio ore 21:00

Orizzonte Sud
15 febbraio ore 21:00

Orizzonte Ovest
15 febbraio ore 21:00

Orizzonte Est
15 febbraio ore 21:00

Zenit
15 febbraio ore 21:00

Congiunzione Luna - Giove - Venere
4 febbraio ore 7

Congiunzione
Luna-Marte
16 febbraio ore 20

Congiunzione Luna- Saturno
20 febbraio ore 21


COMETE DEL MESE
a cura di Toni Scarmato (sito)

Le comete visibili con piccoli strumenti nel mese di Febbraio
Nei mesi di Febbraio e Marzo sarà ancora la cometa 17P/Holmes a tenere banco el cielo boreale, mentre la 8P/Tuttle è già scomparsa sotto l’orizzonte per diventare un oggetto australe.
La 46/P Wirtanen continuerà ad essere visibile nel cielo boreale con una magnitudine di circa 8.

Cometa 17P/Holmes – Nel momento in cui scriviamo, le stime visuali danno una magnitudine 3.5 con un diametro apparente della chioma che ha raggiunto i 100’ equivalenti a oltre 7 milioni di chilometri. Nei mesi di febbraio e marzo continuerà a stazionare nella costellazione del Perseo e la sua magnitudine si manterrà entro la 6 quindi osservabile con piccoli strumenti, sempre se non ci riserverà qualche sorpresa così come si verificò nel 1892.
Per i dettagli sulla sua posizione nel tempo consultare la mappa.
e il sito della Sezione Comete UAI.

Cometa 46/P Wirtanen – Questa cometa attraverserà diverse costellazioni, ma rimarrà in buona posizione per essere osservata dal nostro cielo. La magnitudine si manterrà attorno alla 8 quindi osservabile con piccoli e medi strumenti.
Per i dettagli sulla sua posizione nel tempo consultare la mappa e il sito della Sezione Comete UAI.

Se non vi saranno nuove scoperte o imprevisti aumenti di luminosità delle comete conosciute, i mesi di febbraio e marzo ci daranno pochi spunti per osservare comete con piccoli e medi strumenti.
Come dicevamo in precedenza, solo la 17P/Holmes sembra voler continuare a catturare l’attenzione.
Comunque, vi invitiamo sempre a visitare il sito della Sezione Comete UAI dove informazioni più dettagliate, foto e curve di luce vi daranno modo di conoscere tutte le novità riguardanti questi vagabondi spaziali.

Comete visibili con magnitudine sotto la 10-ma































Mese

Sera

Mezzanotte

Mattino

Cometa

Mag

Cometa

Mag

Cometa

Mag

Febbraio 2008

17P/Holmes
6 17P/Holmes 6    
46P/Wirtanen 8        

CALENDARIO DEI PRINCIPALI AVVENIMENTI ASTRONOMICI DEL MESE DI
FEBBRAIO 2008

dati tratti dall’ Almanacco dell’UAI - Unione Astrofili Italiani



































































































































Data


Ora (TU)


Evento


04/02


05:48


Luna in congiunzione con Giove (Distanza Angolare -4°01’)


 


10/01


Luna occulta Nunki (s Sgr.) (Distanza Angolare -0°18’)


 


11:34

Luna occulta Venere (Distanza Angolare -4°17’)


06/02


18:00


Mercurio in congiunzione inferiore


07/02


03:44


Luna Nuova. Eclisse Anulare di Sole, non visibile in Italia


 


10:31


Luna occulta Nettuno (Distanza angolare -0°18’)


 


15:53


Luna in congiunzione con Deneb Algiedi (d Cap)(Distanza angolare +2°27’)


08/02


17:00


Mercurio al perigeo (dist. 0,649 UA)


09/02


09:45


Luna in congiunzione con Urano(distanza angolare +2°49’)


11/02


02:00

Nettuno in congiunzione con il Sole


 


15:00


Nettuno all’Apogeo (distanza 31,028 UA)


 


14:07

Luna congiunta con Sheratan (distanza angolare -3°57’)


13/02


 


Minimo dell’Equazione del Tempo (-14 min 15 sec)


 


02:09


Marte in congiunzione con Zeta Tauri(distanza angolare +5°44’) – elongazione 147° Ovest


14/02


01:08


Luna al perigeo – distanza dalla Terra 370.215 km. Diametro del disco lunare 32’17”


 


03:34


Luna al primo quarto


 


12:58


Luna occulta le Pleiadi


15/02


06:00


Giove in congiunzione con Nunki (s Sgr.) (Distanza Angolare +3°34’)


 


20:00


Venere al nodo discendente


16/02


02:43


Luna occulta Elnath, distanza angolare -0°36’


18/02


16:00


Mercurio stazionario in Ascensione Retta


21/02


 


Inizio rotazione di Carrington n. 2067


 


09:29


Luna occulta Regolo (alfa Leo)


 


18:40


Luna Piena. Nella notte: eclisse totale di Luna


23/02


02:28

Luna in congiunzione con Algoras (Distanza Angolare +9°26’)


24/02

07:00
Saturno al perigeo (distanza 8,251 UA)


 


10:00


Saturno in opposizione


28/02

01:28
Luna all’apogeo, distanza 404.443 km, diametro del disco lunare 29’37”


29/02


02:30


Luna occulta Antares (Distanza Angolar -0°35’)


 


21:47


Luna all’ultimo quarto


 


05:03


Luna all’Ultimo Quarto


Nota:







19/2/200


 


l’asteroide 99942 – Apophis sarà al perigeo


Avvertenze:

1        I calcoli sono eseguiti con riferimento a un sito avente latitudine 42° Nord e longitudine 12° Est, che è un luogo vicino a Roma sulla costa tirrenica tra Santa Marinella e Ladispoli.
2        Le rotazioni sinodiche di Carrington rappresentano il momento in cui il meridiano fondamentale del Sole passa per il punto centrale del disco solare.
3        Tutti gli orari sono dati in Tempo Universale, che rispetto all’ora italiana differisce di un’ora in meno quando c’è l’ora solare e di due ore in meno quando c’è l’ora legale.
4        A fronte della Luna Nuova è stata data anche la minima distanza angolare geocentrica tra i centri della Luna  e del Sole al momento della congiunzione. Se il valore dell’angolo è positivo, significa che la Luna passa a Nord del Sole, altrimentsignifica che la Luna passa a Sud.
5        A fronte delle congiunzioni lunari è stata indicata la distanza angolare durante la congiunzione. Se il valore è positivo significa che la passa a Nord dell’astro indicato, mentre se il valore è negativo la Luna passa a Sud del medesimo.
6        Per i pianeti sono indicate le distanze angolari dal centro del Sole inerenti le massime elongazioni Est e Ovest.
7        Per tutti i pianeti sono indicate le distanze angolari dal centro del Sole al momento delle congiunzioni. Se il valore è positivo il pianeta si trova sopra il centro del Sole, se è negativo è invece al di sotto del centro del disco solare.
8        Se il valore dell’angolo è inferiore al semidiametro del disco solare, in caso di congiunzione inferiore del pianta interno, un passaggio del pianeta sul disco del sole (transito) e in tutti gli altri casi un passaggio del pianeta dietro al disco solare

CALENDARIO DEI PRINCIPALI AVVENIMENTI ASTRONAUTICI DEL MESE DI
FEBBRAIO 2008








Sonda Cassini – sistema di Saturno


20 febbraio 2008 - Distant Flyby of Pan, Prometheus, Pandora & Janus


22 febbraio 2008 - Cassini: Flyby di Titano

ANNIVERSARI

















1 febbraio 20086


V anniversario del disastro Columbia


Ambiente ISS


5 febbraio 2008

Lancio Progress M63 – Soyuz U Launch (Missione ISS-28P)
Tipologia: vettore cargo logistico
Finestra di lancio: 13:02 GMT (14:02 italiane)

7 febbraio 2008

Lancio STS-122 (Atlantis)
carico utile: laboratorio Columbus ESA
Finestra di lancio: 19:45 GMT (20:45 italiane)

22 febbraio 2008

Lancio ATV-1 – “Jules Verne” su vettore Ariane 5
Tipologia: vettore cargo logistico
Primo lancio dell’ATV – Automated Transfer Vehicle30°