Questo sito contribuisce alla audience di

Televideo, pagina di astronomia del 2007--12-13

L'arcobaleno e gli altri fenomeni atmosferici; osserviamo M31, la grande Galassia di Andromeda; Nu Andromedae, la stella vicina ad M31

“Dalla UAI- Unione Astrofili Italiani”
È stata da poco varata dalla UAI la
campagna iscrizioni 2008 con una forte
promozione sull’acquisto contestuale
di libri, e grandi novità. Tra queste,
l’iscrizione a costo ridotto per ricevere la Rivista e l’Almanacco non in
formato cartaceo ma digitale, ottenendo
ogni pubblicazione in anticipo rispetto alle copie di carta e potendole
archiviare sul proprio computer senza
occupare spazio in casa. Costo: 30 E.
Le nuove forme di iscrizione e le
promozioni valgono sia per i nuovi
Soci che per i rinnovi.
Tutti i dettagli sul sito.

“Noi e il cielo”
L’arcobaleno è solo il più famoso degli
spettacoli di luce visibili in cielo
dovuti alla rifrazione della luce da
parte di acqua atmosferica. Si può
assistere spesso ad esempio ai pareli,
bagliori anche molto luminosi e
talvolta colorati, che si trovano 23°
a destra o a sinistra del Sole in corrispondenza di particolari nubi(cirri)
formate da cristalli di ghiaccio. Talvolta i pareli compaiono insieme all’
alone:un arcobaleno circolare centrato
sul Sole. Se si è fortunati è possibile assistere agli stessi fenomeni di
notte, causati dalla luce della luna.

“Stelle, costellazioni e…”
In queste sere si ha un’ottima occasione per osservare la Galassia di Andromeda. La “sorella maggiore” della
nostra Via Lattea appare a occhio nudo
come una stella sfocata ed è ben visibile da cieli tersi e bui. Alle 19 la
si può osservare molto vicina allo zenit, il punto a perpendicolo sopra le
nostre teste.Un binocolo aiuterà molto
l’osservazione, rendendola possibile
anche dalla città, mostrando la galassia come una concentrazione luminosa
circondata da un alone allungato. Quel
flebile lume è la somma di 300 miliardi di stelle a 2 milioni di anni luce.

“Che stella è quella?”
La stella molto vicina alla Galassia
di Andromeda è Nu Andromedae,di magnitudine 4,53. Priva di nome proprio, e
posta al centro della costellazione, è
un stella doppia composta da una caldissima stella blu luminosa come 1700
soli e una piccola compagna bianca che
le orbita attorno in 4,28 giorni alla
distanza di solo 10 diametri solari. La forza di marea ha deformato gli
astri che ruotano dandosi sempre la
stessa faccia (come la Luna alla
Terra). Le masse rispettive sono di
5,8 e 1,1 masse solari. La coppia dista
da noi 680 anni luce.