Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Costellazioni Draco e Serpente

Domanda

Salve. Sono disperato e mi rivolgo a lei sperando nella sua gentilezza. Sto svolgendo una ricerca sui culti del Lazio preromano e avrei bisogno di conoscere, al fine di determinare il capodanno di un calendario preromano, il periodo in cui sorgono, zona Italia centrale, le costellazioni del Draco e del Serpente. Grazie per l'attenzione. Marco menicocci

Risposta

Salve, la sua domanda è molto interessante, per cui gliene faccio io una alla quale spero vorrà rispondermi: quale calendario sta studiando?

Venendo alla sua domanda, il problema non è "il periodo in cui sorgono", ma -purtroppo- quello "in cui sorgevano", poiché, a causa della
Precessione degli Equinozi, le costellazioni si sono spostate rispetto alla posizione che il Sole ha agli equinozi e ai solstizi (e pertanto anche rispetto al calendario). Ciò rende la sua domanda piuttosto complessa tranne che per la prima costellazione: il Drago (Draco), infatti, distando in qualunque epoca non più di una ventina di gradi dal Polo Nord Celeste (oggi segnalato dalla Stella Polare), è circumpolare da tutta l'Italia: non sorge e non tramonta mai.

Per quanto riguarda il Serpente, invece, bisognerà dare qualche spiegazione.

Oggi il Serpente è in congiunzione col Sole il 23 novembre. In realtà il Serpente non è mai attraversato dal Sole, sicchè per congiunzione intendo il massimo avvicinamento angolare, quando la stella principale della costellazione (Alpha Ser, di magnitudine 2.6) si trova circa 26° a Nord del Sole.

Dato che, mi pare di capire, lei è interessato alla prima metà del primo millennio a.C., cioè 2 millenni e 3/4 fa, bisogna spostare la data di 2750/70.4 = 39 giorni indietro: 15 ottobre. Quindi, nel periodo che le interessa, il Sole era dritto a Sud del Serpente alla metà di ottobre ed entrambi si trovavano un po' più a Nord di adesso (il 23 novembre il Sole si trova a 20°S, mentre il 15 ottobre è a 11°S). Grazie alla maggior declinazione (altezza sull'Equatore Celeste), anche durante la congiunzione (o meglio qualche giorno più tardi) è forse già possibile scorgere la costellazione prima del Sole sull'orizzonte Est. Porrei quindi il "sorgere eliaco" del Serpente dall'Italia Centrale nel -750 nella seconda metà di ottobre.

Ora, visto che la "levata eliaca" l'ho introdotta io e non lei, cercherò di spiegarle l'importanza di questo fenomeno sul quale si basavano moltissimi calendari dell'antichità. Si tratta di scrutare l'orizzonte Est all'alba ogni giorno finchè non si scorge una stella di riferimento: la stella sorge insieme o un po' prima del Sole in un ben determinato giorno dell'anno e quindi consente di fissare una data del calendario. Per gli Egizi, come ormai sanno anche le pietre, la levata eliaca di Sirio segnalava per tempo le piene del Nilo e quindi l'osservazione di questo evento era alla base del calendario.

Da ciò che mi scrive desumo che qualcosa del genere dovesse avvenire per le stelle del Serpente qui da noi. Ovviamente se le interessa una "levata" differente da quella eliaca (per esempio la levata al tramonto), può riscrivermi specificando meglio. Le ricordo comunque che il Serpente è una costellazione composita, divisa in due dall'interposizione della costellazione del Serpentario, composta da una Testa (che è quella che ho considerato sinora) e da una Coda (ad Est del Serpentario, più debole, e in congiunzione col Sole un mese più tardi rispetto alla Testa). Qui trova una carta astronomica della costellazione del Serpentario insieme alle due parti del Serpente.

mar*** - 18 anni e 8 mesi fa
Registrati per commentare