Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Fotografia con il Konus MotorMax 130

Domanda

Vorrei chiderti un paio di domande circa l'astrofotografia (sono alla prime armi). Posseggo un Konus MotorMax 130 diametro 130mm, focale 2000mm ed una reflex Pentax MZ-50 che collegerei in proiezione d'oculare o fuoco diretto (dammi un cosiglio). Che sensibilità di pellicole potrei usare per fotografare rispettivamente Sole (con filtro astrosolar), la Luna e i Pianeti pricipali. Il cielo profondo è possibile riprenderlo? Che ne dici dei filtri coloreti Wratten della Kodak? Ti ringrazio anticipatamente

Risposta

Domanda di Daziano Mario(CN)diemme07@libero.it

Il Konus MotorMax 130 è un'interessante ottica Maksutov-Cassegrain f/15 con diametro di 13 cm (2000 mm di focale).

Purtroppo un aspetto così essenziale per la fotografia ad alta risoluzione come la montatura, in questo telescopio è veramente poco curato: una EQ2 è il minimo indispensabile.

In ogni caso puoi sicuramente fare dei buoni scatti con un po' di pratica e di accortezza.

Telescopio Maksutov-Cassegrain Konus Motormax 130. D=130mm, F=2000mm

Telescopio Maksutov-Cassegrain Konus Motormax 130. D=130mm, F=2000mm

A fuoco diretto puoi sfruttare i 2000 millimetri di focale per scattare interessanti "panorami" alla Luna e al Sole (quest'ultimo con il filtro astrosolar davanti all'obbiettivo, naturalmente), che riempiranno il formato 35mm. Per riprendere soggetti più piccoli, come i pianeti, ti servirà invece un oculare da interporre per fotografare in proiezione.

La pellicola da usare non è un problema per Sole e Luna: i soggetti sono abbastanza luminosi da lasciarti un'ampia scelta di pellicole. Io ho sempre usato un'invertibile da 200 ISO, ma puoi tentare materiale con grana più fine per eventualmente ingrandire scatti particolarmente ben riusciti.

Un problema potrebbe sorgere invece con i pianeti. Se non hai un motore d'inseguimento dovrai necessariamente fare scatti brevi (sotto il mezzo secondo) con ingrandimenti medio-bassi (sotto i cento). L'immagine non è abbastanza luminosa per 200 ISO e dovrai optare per qualcosa di più sensibile, 400 o più. Inutile dire che in questi casi devi abbandonare la lettura dell'esposimetro e affidarti al tuo "senso". Distribuisci i tempi di posa e segnateli in modo da poter determinare la durata ideale.

In ogni caso non ti preoccupare: nella fotografia astronomica, la perseveranza, e l'attenzione a dettagli quali il mosso e il fuoco, vengono rapidamente premiati.

Ho sempre usato i filtri Wratten della Kodak con grande vantaggio e li considero ottimi (anche se ormai dovrebbero essere praticamente introvabili).

Leggi questo intervento per altre informazioni sul Konus Motormax 130

dej*** - 18 anni e 5 mesi fa
Registrati per commentare