Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Il mio telescopio....

Domanda

ciao Paolo ti do del tu e spero che tu non ti offenda. Mi chiamo Emanuela e ho 18 anni l'astronomia è una scienza che a me piace molto e mi interessa sopratutto,ma purtroppo non so proporzionare questa grande e difficile materia al mio interesse... Ora ti spiego: io vado in biblioteca cerco e cerco qualcosa che mi possa spiegare bene le basi dell'astronomia. Non ne so moltissimo pero' mi intendo di piccole cose cioè com'e' fatto un pianeta piuttosto che un altro oppure varie tipi di costellazioni e le loro leggende... ma non so dove orientarmi in cielo per cercarle. Possiedo un telescopio di marca "ANTARES-URANO" D=114mm F=500mm e vorrei chiederti una cosa... prima di tutto cosa significa D e F e poi se potevi spiegarmi in breve dove posso cercare in cielo le costellazioni o altri corpi celesti... diciamo mi servirebbe una specie di cartina celeste... ecco... la mia e-mail ti sembrera' molto confusa e di questo me ne scuso ma il mio interesse su questa materia c'è da molto tempo, non facendo una scuola scientifica puoi capire.....non ho gli appigli giusti per sapere dove orientarmi... saluti... Emanuela

Risposta

Ciao Emanuela,

nessun problema per il "tu", è normale fra astrofili!

Nel tuo telescopio, come in tutti, D indica il diametro, F la focale, come puoi leggere nell'intervento "Cos'è e come funziona un telescopio". Si tratta di un telescopio già sufficiente per fare una bella quantità di osservazioni, a partire dai pianeti e, sotto un buon cielo, può dare qualche soddisfazione anche sugli oggetti del profondo cielo (ammassi, galassie e le nebulose più brillanti).

Se vuoi toglierti altri dubbi su termini "gergali" consulta Modi di dire sui telescopi (e glossario), mentre per il corretto uso del telescopio trovi qualche consiglio fra le Note pratiche per l'uso del telescopio.

Per quanto riguarda l'orientamento in cielo, molti libri offrono cartine, spesso divise anche di mese in mese, che possono essere usate allo scopo. Dalle cartine che rappresentano il cielo intero potrai passare alle carte più dettagliate, che raffigurano le costellazioni e riportano la posizione degli oggetti più interessanti da osservare. Nel cielo del mese trovi la segnalazione sulla visibilità delle costellazioni e dei pianeti in tutti i mesi dell'anno.

Dato che siamo nell'estate del 2003, di sicuro posso segnalarti un oggetto da non perdere: Marte! Trovarlo è facilissimo, dato che è l'oggetto più brillante del cielo, ben visibile di notte verso Sud.

Infine anche per te vale la regola d'oro: contatta il gruppo di astrofili della tua zona. Sicuramente saranno lieti di aiutarti nei tuoi primi passi.

lel*** - 18 anni e 6 mesi fa
Registrati per commentare