Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Meglio un riflettore o un rifrattore per cominciare?

Domanda

Ciao sono nuovo e vorrei un consiglio sul primo tele da comprare dato che ho le idee poco chiare: sono indeciso prima di tutto tra un newtoniano e un rifrattore, mi piacerebbe osservare di tutto: dal cielo alla terra. Sono indeciso tra rifrattori 90-100 e riflettori 114-130. Cosa è meglio secondo te? Io, non so perche ma ho un debole per i rifrattori , forse mi sembrano piu pratici e poco ingombranti ad esempio mi piace lo skywatcher 102/500 ma ho paura che la corta focale mi penalizzi molto...o no? mi piace anche il 90/900 ma forse è troppo ingombrante e poi quel centimetro in meno...meglio di tutti sarebbe il 102/1000 ma vado troppo fuori budget... Sapresti dirmi quali, secondo te, sono i migliori tra questi e magari anche altri telescopi di altre marche? c'è molta differenza tra rifrattori di d90/102 e riflettori di d114/130? Ciao e grazie Claudio

Risposta

La tua domanda è fondamentale. L'acquisto del primo telescopio di fatto influenzerà molto la successiva esperienza astronomica, e la diversità tra rifrattore e riflettore non è cosa da poco. Cerchiamo di vedere insieme le differenze principali tra questi strumenti.

Nella fascia di prezzo che consideri, "entry-level", il riflettore è più luminosa (hanno aperture maggiori per lo stesso prezzo). Stando a questa considerazione la scelta si fa in base ai propri intenti osservativi: stelle doppie e pianeti conducono al riflettore, gli oggetti deboli (nebulose, galassie, ammassi, ecc.) al riflettore. Non per nulla ho scritto un intervento intitolato
Questo semplice schema è "inquinato" dalla presenza sul mercato di rifrattori economici di diametro generoso e focale corta, che li rende, come prestazioni, più vicini ai riflettori newtoniani. Tali rifrattori "grossi e corti" non hanno l'ostruzione centrale dei Newton (immagine più incisa, utile sui pianeti) ma hanno un forte residuo di aberrazione cromatica (alone blu-violetto attorno agli oggetti più luminosi) che può dare fastidio (esistono palliativi come l'uso di filtri colorati o di barlow che riportano il rapporto focale nel regime acromatico).

La scelta nel tuo caso è proprio tra un rifrattore di quest'ultimo tipo (lo a href="http://guide.dada.net/astronomia/mail/2006/12/67326.shtml" target=_blank">skywatcher 102/500
con diametro da 10 cm f/5) e un riflettore da 114 o (meglio) 130 millimetri. Se quanto detto fin qui non ti ha già fatto optare per l'uno o l'altro modello, noterò che hai fatto riferimento all'ingombro, che per te è importante che sia limitato. Sotto questo aspetto vince il rifrattore che ha un tubo lungo quasi la metà del Newton da 130. Le prestazioni complessive sono più o meno equivalenti ma, come ho detto, i due tipi di telescopio danno immagini dall'aspetto differente.

Va pure detto che per osservazioni terrestri è più comodo il rifrattore.

Infine una parola sul budget: considerando che il rifrattore è venduto senza la montatura equatoriale (basterebbe una Eq2, che si trova sui 100€), questo telescopio verrebbe a costare almeno 200€ più del Newton.

fur*** - 14 anni e 1 mese fa
Registrati per commentare