Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Mille domande sul Konus Motormax 130

Domanda

Caro Paolo, ho acquistato da poco un Konus MotorMax130 (Mak), con oculari Plossl 7,5, 10, 17, 25 con filtro Astrosolar. Che ne dici? - dovrei dotarmi eventualmente di un altro oculare da 40? - Come potrei abbinare la mia reflex Pentax per foto alfuoco diretto od in proiezione d'oculare? - Che sensibiltà di pellicola mi consigli per foto in proiezione rispettivamente su Sole (con astrosolar), Luna e Pianeti? - Il deep-sky si puo fare con questo strumento e quali filtro ci vuole (lo sky-glow filter della Orion è valido). - Ho visto che hai parlato dei filtri colorati Wratten della Kodak; sono validi e dove posso trovarli? - Per le foto come posso fare? - Posseggo una reflex Pentax, può andare bene? - Che sensibilità deve avere la pellicola per foto al Sole,Luna e pianeti? - Che ne dici di quei oculari elettronici da collegare alla TV (tipo Orion o Meade)? Ti ringrazio tanto e saluti Mario (Cuneo)

Risposta

Mi sembra che tu abbia fatto un buon acquisto, anche se al momento di scriverti, non ho ancora provato specificamente il tuo telescopio. Si direbbe un ottimo strumento per l'osservazione ad alta risoluzione, con una spiccata vocazione alla trasferta sotto cieli bui, essendo piuttosto compatto. Nella foto si riconosce un interessante un cercatore 10x50, e il treppiede sembra all'altezza. Meno incoraggiante la EQ2, forse al limite con questo strumento.

Telescopio Maksutov-Cassegrain Konus Motormax 130. D=130mm, F=2000mm

Telescopio Maksutov-Cassegrain Konus Motormax 130. D=130mm, F=2000mm

Venendo alle tue domande, senz'altro ti consiglio l'acquisto di un oculare da almeno 40mm di buona qualità e a largo campo, altrimenti la focale di due metri e il rapporto molto spinto ti precluderebbero praticamente qualunque osservazione di oggetti diffusi.

Per fare fotografie una reflex è quello che serve, quindi la tua Pentax va bene. Come pellicole non ti consiglio di scendere sotto i 200 ISO a meno che non sia sicuro che la montatura è abbastanza affidabile da consentire pose più lunghe di un paio di secondi. Questo vale per i pianeti più luminosi, mentre per Saturno, a 200 ISO, servono non meno di 4 secondi, considerando di fotografare a circa 200 ingrandimenti. Urano e Nettuno richiederebbero parecchi secondi d'esposizione e rappresentano oggetti-limite per il tuo strumento. Al contrario la Luna si accontenta di pose più brevi (quindi potresti usare pellicole anche al di sotto i 100 ISO). In ogni caso considera questi tempi solo come indicativi, perchè non potrai sapere quali sono i tempi ideali prima di aver fatto delle prove. Ovviamente segnati scrupolosamente tutti i tempi d'esposizione che hai usato!

In questo intervento trovi altre informazioni sulla fotografia astronomica con il Konus Motormax 130

Io trovo estremamente utile la fotografia con metodo afocale, che per il tuo telescopio è forse obbligatoria, visto che altrimenti graveresti molto sulla montatura. In questo modo, fra l'altro, sai anche esattamente a quanti ingrandimenti (e quindi a che rapporto focale), stai usando il telescopio (l'ingrandimento è uguale a quello visuale).

Il deep-sky è praticamente fuori discussione, anche se nessuno può impedirti di tentare qualche ripresa a lunga posa a fuoco diretto a M42 o M8... Con questo metodo, e tempi di frazioni di secondo, puoi invece ottenere delle belle fotografie della falce di Luna.

Infine, potrai fare filmati che ti sorprenderanno con gli oculari-telecamera, spece sui pianeti, mentre i filtri wratten in gelatina vengono oramai sostituiti da filtri in vetro. La Celestron, fra le altre, commercializza un interessante set di sei filtri colorati, utili per "impieghi generali".

zwm*** - 18 anni e 8 mesi fa
Registrati per commentare