Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Telescopio x pittori

Domanda

Egregio Signor Colona, chiedo scusa se la disturbo per motivi non proprio del tutto astronomici, ma avrei bisogno di un buon consiglio da “uno del mestiere”. Mio padre, professionista in pensione ed artista affermato, abita in un posto panoramicissimo, ossia a Raito di Vietri sul Mare, in un posto incantevole della Costiera Amalfitana ed ha un terrazzo con vista su tutto il golfo di Salerno. Passa la maggior parte delle sue ore a scrutare con un vecchio telescopio l’orizzonte e quando trova un luogo di suo interesse lo riporta sul tela ma, purtroppo, con il passaggio del mio primo figliolo e adesso con il secondo, il telescopio ne ha risentito gravemente. Il telescopio è un Rifrattore della PALLAS ed ha un tubo ottico lungo circa 90 cm. con una lente ( lato dove si mette l’occhio ) con scritto sopra 20mm. Personalmente non ci capisco niente in materia, ma vorrei regalargli per il suo compleanno un nuovo telescopio, magari anche un po’ più potente, sarebbe così gentile da consigliarmi sull’acquisto? Un venditore del luogo mi ha consigliato un SkyWatcher 70 EQ, nelle sue risposte ho letto ke non lo sconsiglia proprio del tutto, ma va bene anche per l’uso che ne deve fare mio padre? In attesa di un gradito riscontro porgo distinti saluti.

Risposta

Non si preoccupi: fa piacere ogni tanto uscire dalla "routine" astronomica.

Ciò che le serve è un telescopio con buona luminosità e risoluzione, per visione terrestre.

Non mi ha detto però quanto vuole spendere. Questo sarebbe un punto abbastanza cruciale...

Pallas è una marca che non ho mai sentito e su internet non si trovano facilmente informazioni. Comunque vedo che fanno rifrattori sia normali sia apocromatici (i quali costano di più e forniscono un'immagine molto migliore). L'altra questione cruciale dunque è: quello di suo padre è un semplice acromatico o è un apocromatico?

Le do i miei suggerimenti in entrambi i casi.

Se si deve sostituire un rifrattore acromatico (ma di che diametro? L'apertura è un parametro fondamentale; se le hanno suggerito un 70 mm darò per buono che sia di questo diametro anche quello da sostituire), si può orientare verso lo SkyWatcher 70 EQ, che le hanno già consigliato e che costa 159 euro (riporto il miglior prezzo che trovo rapidamente su internet). Questo telescopio però è un po' buio.

Volendo andare sul sicuro, può optare invece per il ben più performante Messier R-90 MON-1 (apertura di 9 cm e montatura più robusta), che viene venduto a 229 euro.

Se il telescopio di partenza è apocromatico, sarà egregiamente sostituito da uno SkyWatcher 80ED (365 euro) oppure, se il budget lo consente, dall'Equinox 80 della stessa marca (599 euro).

Noti che questi telescopi vengono venduti senza treppiede e montatura, quindi: o ricicla quella che già ha, oppure dovrà acquistare a parte un supporto (potrebbe andar bene anche un robusto treppiede fotografico, visto che l'uso è terrestre e non è necessaria la montatura equatoriale).

Ultima cosa: i rifrattori danno un'immagine rovesciata: per osservare oggetti terrestri serve quindi un raddrizzatore di immagine. Se ne trovano a pochi euro di infima qualità, di buona entro i 100 euro e quelli di eccellente qualità costano quanto un telescopio intero. Se però suo padre già usava il telescopio per osservazioni terrestri, questo accessorio dovrebbe già averlo.

tit*** - 13 anni e 2 mesi fa
Registrati per commentare