Questo sito contribuisce alla audience di

Il fascino indiscusso di Valeria Golino

Intervista

di Giusy Ando’ - Foto Angela Platania

Fascino indiscusso, voce sensuale e inconfondibile, connubio di cultura greca e italiana: questi i fattori che hanno decretato il successo internazionale di una delle attrici nostrane più ammirate del mondo, Valeria Golino. Nata a Napoli nell’autunno del 66′, la Golino, dopo un’infanzia girovaga in numerose città italiane, ha iniziato giovanissima a Roma una fortunata carriera nel mondo della moda, trampolino di lancio verso la celebrità. Da lì in poi un susseguirsi di scelte azzeccate che l’hanno fatta conoscere in ambito cinematografico, nazionale ed mondiale, e che l’hanno fatta volare lontano, in America, dove le opportunità non sono tardate ad arrivare e dove ha trovato una nuova casa e un nuovo amore. A 36 anni compiuti, Valeria, splendida nella sua semplicità, ricorda i suoi trascorsi con un pizzico di nostalgia e con la voglia di conseguire traguardi sempre più prestigiosi.

Il mondo del cinema ti ha accolto con benevolenza fin dagli esordi, quando Lina Wertmuller ti ha affidato un ruolo nel suo film “Scherzo del destino…” accanto a Tognazzi. Cosa ti ha lasciato quell’esperienza?

“Certamente, per un’esordiente come me, affrontare un ruolo quale la figlia del grandissimo Ugo, è stata un’esperienza impegnativa ma indimenticabile. Sono stata onorata di aver avuto, tra i miei maestri, due mostri sacri del cinema italiano, dal grande valore professionale e umano”.

CONTINUA

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati