Questo sito contribuisce alla audience di

A tu per tu con GianMarco Tognazzi

Il popolare e simpatico attore si intrattiene con noi e ci racconta i segreti della sua carriera....

Servizio
e foto di Angela Platania e Ilenia Paci

src="http://angieplatania.supereva.it/tognazzi.jpg" width=370 align=right
border=0>Il cinema italiano, pur avendo compiuto notevoli passi in avanti
rispetto a qualche decennio fa, stenta ancora a reggere il confronto con la
concorrenza estera ed in particolar modo con quella americana. Ne abbiamo
parlato con uno degli attori più conosciuti del momento: Gianmarco Tognazzi,
figlio d’arte e impegnato in prima linea per la rivalutazione del cinema
nostrano.
Il sorriso solare, la dirompente simpatia nonché la notevole
disponibilità sono le caratteristiche che contraddistinguono GianMarco, uno dei
volti più noti e amati del cinema italiano.

Quanto devi al mondo del cinema e quanto a quello teatrale?

Premetto
che sono due mondi assolutamente diversi tra di loro. Quello che sento più
vicino è il cinema, in quanto la mia formazione è avvenuta maggiormente in un
ambito cinematografico piuttosto che teatrale. Con mio rammarico mi rendo conto,
però, che il mondo a me più caro, sta attraversando un periodo di crisi in
quanto la vecchia industria cinematografica si è trasformata in un
“artigianato”, abbassando la qualità dei prodotti. In passato, infatti, gli
attori, avevano la possibilità di dedicarsi a più attività nell’arco di una
stessa stagione, esprimendo in maniera completa le proprie capacità: ad esempio,
mio padre ha potuto interpretare nello stesso anno ben quindici film da
protagonista, cosa assolutamente impensabile ai giorni nostri, in quanto
l’organizzazione attuale non permette più la piena espressione delle qualità
individuali.

href="http://guide.supereva.it/attori/interventi/2004/08/173375.shtml">CONTINUA

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati