Questo sito contribuisce alla audience di

Bello e sensuale Gabriel Garko

intervista a Gabriel Garko

 

 

Servizio/Foto: Ilenia Paci/Angela
Platania

 

hspace=10 src="http://angyplatania.supereva.it/garko.jpg" align=right
border=0>Sguardo magnetico, sorriso accattivante, fisico scolpito: Gabriel Garko
è senza dubbio uno dei divi più affascinati del momento. Non a caso, la rivista
“Max” lo ha scelto quale protagonista del suo ultimo calendario, immortalando la
prestanza del suo corpo in immagini mozzafiato. Ma la bellezza del suo virile
appeal sembra non costituire l’unica arma vincente del brillante attore, che a
soli ventotto anni, vanta già un curriculum invidiabile. Grinta e
determinazione, supportate da una buona dose di entusiasmo, sono, infatti, gli
ingredienti base del suo successo; ad essi va aggiunto un pizzico d’audacia,
misto ad arguzia: qualità essenziali per chi, come lui, desidera mettersi
continuamente alla prova, saggiando ruoli a volte difficili e provocatori. A
conferma di ciò, si potrebbe citare la sua ardita partecipazione al film
scandalo “Senso ‘45”, nel quale Gabriel, diretto dal malizioso Tinto Brass, ha
recitato senza veli al fianco di una procace Anna Galiena. O anche la sua
apparizione ne “Le fate ignoranti” di Ferzan Ozpetek, dove, per interpretare il
non-facile ruolo di un ragazzo sieropositivo, ha accettato di dimagrire
quattordici chili e di rendersi quasi irriconoscibile all’occhio della
telecamera. Quest’ultima scelta lavorativa, peraltro, svela la sua intenzione di
sfuggire alla lusinghiera, ma alquanto semplicistica, etichetta di sex-simbol,
nonché il suo desiderio di essere apprezzato soprattutto per i meriti artistici
e non solo per le doti fisiche. E di recente, Gabriel ha anche sperimentato
l’emozione di salire sul grande palco, recitando nello spettacolo teatrale “Quel
che sapeva Meisie”, diretto dal regista Luca Ronconi e tratto dall’omonima opera
di Henry James. Un’occasione importante, durante la quale ha avuto modo di
collaborare con attrici del calibro di Mariangela Melato e Annamaria
Guarnieri….anche se, ad essere sinceri, l’artista è ormai avvezzo a lavorare
insieme a dive celebri per la loro avvenenza e bravura. A cominciare
dall’esordio, avvenuto al fianco di Francesca Dellera, nel cortometraggio
“Troppo caldo” (1995); per continuare, poi, con la partecipazione ai molti
serial tv, come “Occhi verde veleno” o la fortunata fiction “Il bello delle
donne”, dove il suo nome è apparso accanto a quello di Virna Lisi, Eva Grimaldi,
Giuliana De Sio, Stefania Sandrelli. Bello tra le belle, Gabriel sta vivendo,
dunque, un momento artistico entusiasmante, pregno di nuovi e prolifici
progetti, che lo vedranno impegnato nei diversi ambiti del mondo dello
spettacolo, primo tra tutti quello televisivo. href="http://guide.supereva.it/attori/interventi/2004/10/180098.shtml">CONTINUA

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti

Link correlati