Questo sito contribuisce alla audience di

Cresce il ruolo del gas naturale

Da un comunicato stampa dell'agenzia giornalistica Asa Trasporti del novembre 2002, una panoramica sulla diffusione del metano per autotrazione.

Dal sito VEGAEDITRICE.IT: “Cresce costantemente il numero delle persone che apprezzano il contributo del metano nella tutela dell’ambiente. E’ il dato più rilevante emerso dalla nona edizione di Metanauto, il congresso sul metano per i trasporti (tema di quest’anno: “Il metano per i trasporti: utopia diventata realtà”) promosso da Federmetano e tenutosi a Roma dall’8 al 10 novembre.

Diventa sempre più evidente come il gas naturale possa sostituirsi ai combustibili derivati dal petrolio, soprattutto nelle aree urbane, dove il problema dell’inquinamento è sempre più all’ordine del giorno. Veicoli, impianti industriali e per la produzione di energia (elettricità e riscaldamento) figurano tra i responsabili di questa situazione.

Il crescente uso del metano però può costituitre una valida alternativa per abbattere l’inquinamento atmosferico, nelle aree ad alta densità abitativa. In Italia, già nel 1999, l’utilizzo del metano – in sostituzione del carbone – in quantità equivalente all’energia prodotta da 56 milioni di tonnellate di petrolio, ha evitato che nell’aria fossero riversate 56 milioni di tonnellate di anidride carbonica, 960.000 tonnellate di ossidi di zolfo, 150.000 tonnellate di ossidi di azoto e 65.000 tonnellate di polveri.

Il metano, pur coprendo una quota molto contenuta del fabbisogno di energia nel settore dei trasporti, ha consentito il contenimento del carico inquinante nell’atmosfera. Le caratteristiche positive del gas naturale sono state riconosciute dal mercato, che nel 1994 ha registrato un consumo di metano per autotrazione di 250 milioni di metri cubi mentre la stima a tutto il 2002 sarà di 450 milioni di metri cubi.

Attualmente il mercato dei carburanti in Italia è diviso fra benzina (44 per cento), gasolio (51 per cento), Gpl (4 per cento) e metano (1 per cento)…”

Per continuare la lettura vi basterà cliccare il link sotto. Salutissimi da Luigi