Questo sito contribuisce alla audience di

Sicurezza in auto: come vengono effettuati i test

Quali sono e come vengono svolti i test per verificare il grado di sicurezza delle automobili?

Dal sito SPAZIOMOTORI..it:

“Impatto frontale  L’auto si scontra a 64 km/h contro una barriera deformabile. I dati risultanti dai manichini vengono utilizzati per valutare la protezione data ai passeggeri anteriori.

Impatto laterale :Un carrello, con la parte anteriore deformabile, è trainato sul lato del guidatore della vettura per simulare uno scontro laterale a 50 km/h.

Impatto sul pedone :Serie di test per simulare l’effetto di un’auto che colpisce un pedone (bambino o adulto) a 40 km/h.

Test del palo (facoltativo) :Il test simula ciò che avviene quando una vettura va fuori strada e urta, ad esempio, contro un palo della luce. Il veicolo è trainato per scontrarsi lateralmente contro un palo rigido, ad una velocità di 29 km/h. Se il test è superato il manichino è marcato con una stella verde. I test EuroNCAP si basano su quanto elaborato dal Comitato Europeo come base per la legislazione per una “Maggiore Sicurezza dei Veicoli”. Nel test d’impatto frontale la velocità è stata aumentata di 8 km/h.

COME SI ASSEGNANO I PUNTI:

I criteri di assegnazione dei punteggi sono particolarmente rigorosi. Ogni auto ha a disposizione una dotazione di 16 punti per ogni ciclo di test [urto frontale e urto laterale]: in totale 32 punti. Questi punti vengono equamente distribuiti tra le quattro parti in cui sono suddivisi i corpi dei manichini del guidatore e del passeggero: 1] testa e collo; 2] torace; 3] zona pelvica, femore e ginocchia; 4] gambe e piedi. Pertanto, se l’auto non supera almeno la metà più uno (cioè 17) dei punti a disposizione è da ritenere bocciata. Sopra questa soglia, è promossa ma, naturalmente, più si avvicina al punteggio massimo, più è ritenuta sicura”

Per saperne di più, vi basterà cliccare il link successivo. Ciao, Luigi