Questo sito contribuisce alla audience di

Chevrolet Matiz 2005

Piccole coreane crescono

Dal sito MotorBox.com

“COM’E’ Non è un restyling leggero quello che segna il vero passaggio della Matiz dal marchio Daewoo a quello Chevrolet, con l’80% delle parti rivedute e corrette. Lo stile cambia molto, non più da macchinetta simpatica ma da auto seria, quasi sportiva. Per ottenere il risultato, cambia tutta la pelle esterna, dal frontale alle portiere alla coda, senza economie. D’altronde, la farfalla americana che porta sul cofano merita rispetto.

chevroletmatiz2005-6543-001-f.jpg

CHE CARATTERINO Gli occhi tondi da cucciolo spariscono, lasciando il posto a fari più hi-tech ma più banali nello stile che incorporano anche gli indicatori di direzione. Il motivo del tondo rimane incorniciato nel nuovo faro, ma in maniera troppo poco evidente per richiamare alla memoria il frontale simpatico della Matiz prima maniera. Cambia anche il cofano che ora, invece di essere concavo ha un rigonfiamento centrale a freccia che parte dalla calandra per allargarsi fino al parabrezza. Anche la presa d’aria più larga nel paraurti punta alla grinta più che alla simpatia.

A CUNEO Le fiancate perdono il motivo della banda laterale ispirato alla Fiat Cinquecento (il progetto di Italdesign della Matiz era nato come rivisitazione moderna della piccola Fiat…) e diventano più aggressive, con una nervatura marcata che parte dal parafango anteriore e sale verso la coda, sottolineata dalla linea dei finestrini che, partendo a V nella portiera anteriore, sale anch’essa a cuneo verso la coda. Da tondetta a palestrata…”

Naturalmente qeesta è solo una breve introduzione tratta dall’articolo che troverete cliccando il link successivo. Ciao, Luigi