Questo sito contribuisce alla audience di

La patente, la legge e il mercato

Un utile articolo per conoscere la nuova patente europea. Cosa è cambiato per le persone con disabilità?

Dal sito Mobilita.com








(Foto Guidosimplex)

“È oramai diffusa la nuova patente di guida, quella che assomiglia ad una carta di credito. È la nuova patente europea, cioè dello stesso formato e compilata con gli stessi standard in tutta la Comunità Europea. Cosa è cambiato per le persone con disabilità e per le patenti speciali di guida? E soprattutto, quello che è ammesso dalla legge è poi disponibile sul mercato? Tentiamo di capirlo sfogliando le disposizioni comunitarie in materia di patenti speciali.

Fino a pochi anni fa nelle patenti speciali veniva descritto per esteso anche l’eventuale adattamento obbligatorio e vi si trovavano diciture quali, ad esempio, “cambio automatico”, “freno a lungo braccio”, “acceleratore al volante” ecc. La patente speciale non era quindi comprensibile, quando si viaggiava all’estero, ad eventuali controlli.

Con il recepimento della Direttiva comunitaria che ha istituito la patente europea, anche le descrizioni degli adattamenti devono essere sostituite, nei nuovi permessi di guida, da codici numerici che sono i medesimi in tutti i Paesi aderenti all’Unione Europea.

I codici

Come abbiamo detto esiste un numero di codice per ciascun adattamento finora tecnicamente possibile. Ma facciamo qualche esempio:
20.13: Freno azionato dal ginocchio
20.14: Freno di servizio con comando elettrico
25.01: Pedale dell’acceleratore adattato
25.03: Pedale dell’acceleratore a bilanciere
25.04: Acceleratore manuale
25.05: Acceleratore azionato dal ginocchio
25.06: Servo acceleratore (elettronico, pneumatico ecc.)
25.07: Pedale dell’acceleratore a sinistra del pedale del freno
40.09: Sterzo ai piedi
40.10: Sterzo adattato in altra maniera (joystick o altri dispositivi)
40.11: Pomello sul volante
40.12: Ortesi per mano sul volante
40.13: (Uso del volante) Con ortesi





Cerchiello sopra il volante
Cerchiello sopra il volante

Gran parte di questi adattamenti sono già disponibili e sono anche già stati approvati dal Centro superiore ricerche e prove autoveicoli e dispositivi del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Vediamo più concretamente cosa il mercato offre per ciascun gruppo di adattamenti. Ogni gruppo raccoglie adattamenti fra loro omogenei.

Cambio di velocità adattato

Gli adattamenti al cambio ammessi sono indicati nei codici della famiglia 10. Vi sono inclusi, fra gli altri, il cambio automatico, il cambio elettronico e l’adattamento della leva del cambio…”

Naturalmente l’articolo continua e per leggerlo tutto, come merita, vi basterà cliccare il link successivo. Ciao, Luigi