Questo sito contribuisce alla audience di

Non chiamatela baby Porsche

Giù tutto l’acceleratore, una forza invisibile mi spinge sempre più forte verso il sedile...

Dal sito RomaMotorWeb.it

“Con il piede destro schiaccio con forza il pedale del freno mentre col sinistro spingo a fondo la frizione e innesto la seconda con un movimento rapido, ma non violento.

La coda dell’occhio scruta eventuali movimenti alla mia sinistra all’interno del tornante che si avvicina rapidamente, tolgo entrambi i piedi dai pedali e sposto il destro sull’enorme pedale dell’acceleratore ma senza fare pressione, le braccia quasi si incrociano e subito tornano nella posizione precedente. E il tornante è passato.

Giù tutto l’acceleratore, una forza invisibile mi spinge sempre più forte verso il sedile mentre affronto la salita. La lancetta del contagiri di fronte ai miei occhi schizza fino ai 5000 giri e il rumore dello scarico si fa alto e metallico, probabilmente il suono del motore si sente in tutta la valle.

Faccio un passo indietro, diciamo alle 7 del mattino di una domenica di metà agosto. Il mio amico Maurizio mi aspetta fuori dal cancello, il motore è già caldo, scendiamo in paese a fare rifornimento…”

Per continuare, basterà cliccare il link successivo. Ciao, Luigi