Questo sito contribuisce alla audience di

RUF Studiotorino RK Spyder Concept 01/02

Diamo uno sguardo alla prima creazione firmata RUF STUDIOTORINO

Dal sito Virtualcar.it
 
Ultimo capitolo delle prime Impressioni di guida di Virtual Car: dopo la RK Coupé Concept e l’anteprima sulla RK Coupé “numero uno”, diamo uno sguardo alla prima creazione firmata RUF STUDIOTORINO, e presentata al Museo dell’Automobile di Torino il 16 giugno 2005: la RK Spyder.
 
Il processo di creazione e sviluppo della vettura è assolutamente analogo a quello della RK Coupé: punto di partenza è la Porsche Boxster, sulla quale vengono realizzati interventi di elaborazione estetica e meccanica di qualità artigianale, che possono essere differenziati per tutti i 49 esemplari numerati previsti.

L’estetica, sempre con la consulenza di Aldo Brovarone assistito dal desigenr tedesco Hartmut Heinsenbrandt, è stata modificata pensando a celebri Porsche “scoperte” del passato, prima fra tutte la Speedster: pertanto, oltre ad alcune elaborazioni che troviamo anche sulla Coupé, qui emergono il parabrezza abbassato (ma con i tubi di rinforzo originali), la completa scomparsa del tetto (con i finestrini laterali ricurvi che fanno da “deflettori”), la copertura del motore che richiama nella forma e nella “grafica” il cofano delle storiche Porsche. Tra i dettagli che mancano sulla coupé, la terza luce di stop, che emerge, quasi come un tecnologico periscopio, da dietro i sedili.
 
Per continuare, absterà cliccare il link successivo. Ciao, Luigi