Questo sito contribuisce alla audience di

La Via della Logan: decima puntata

Pit stop con cambio pilota a San Pietroburgo per l’equipaggio di MotorBox. E primi contatti con la Dacia Logan del raid, ma anche con la dura realtà russa

Dal sito MotorBox.com

“CORSI E RICORSI

La maledizione di Sam Sonite continua con le borse di MotorBox. Con Paolo ci diamo il cambio alla guida della Logan a San Pietroburgo e immancabilmente la mia borsa rimane allo scalo di Francoforte, come la sua Roma.

Riesco comunque a evitare che l’Interpol si interessi al potenziale batteriologico dei miei calzini allungando la sosta a San Pietroburgo di qualche ora per aspettare il prezioso carico di biancheria pulita. Per fortuna non siamo nel middle-of-nowhere russo e San Pietroburgo merita una visita più approfondita.

FANTOZZI

Decidiamo una visita in auto, dai finestrini della Logan. Tutti meno uno, con la porzione destra del lunotto resa sempre e immancabilmente diafana dallo sporco delle strade russe e dalla mancanza di un minitergi per la pulizia. Insieme alla battuta larga delle due porte posteriori mi perdo metà del panorama.

Ogni inizio fantozziano che si rispetti prevede pioggia battente per battezzare il nuovo driver e la visita alla città si fa al volante e coincide con il primo contatto con la Dacia Logan, al suo 4700esimo chilometro di raid con un curriculum di fedele compagna di viaggio a zero inconvenienti…”

Per continuare la lettura, basterà cliccare il link successivo. Ciao, Luigi