Questo sito contribuisce alla audience di

La Polonia nel mirino della Corte Ue sulle auto

Oggetto del contendere la normativa fiscale polacca che disciplina l’acquisto intracomunitario e l’importazione di autovetture

Dal sito FiscoNelMondo.it

“La Corte di Giustizia delle comunità europee con decisione del 18 gennaio 2007, relativa alla causa C-313/05, ha chiarito che una accisa come quella introdotta in Polonia con la legge 23 gennaio 2004 non costituisce un dazio doganale all’importazione nè una tassa d’effetto equivalente in base all’articolo 25 Ce.

L’articolo 90, primo comma, Ce deve essere interpretato nel senso che osta a un diritto di accisa, nella misura in cui l’importo dell’accisa che colpisce le autovetture usate con più di due anni di età acquistate in uno Stato membro diverso dal quello che ha introdotto tale accisa supera l’importo residuo della medesima accisa incorporata nel valore venale delle autovetture simili immatricolate in precedenza nello Stato che impone tale accisa. Spetta al giudice del rinvio esaminare se la normativa in questione nella causa principale e, in particolare, l’applicazione dell’articolo 7 del decreto del ministro delle Finanze 22 aprile 2004 in materia di riduzione delle aliquote delle accise, abbia un tale effetto…”

Per continuare la lettura, basterà cliccare il link successivo. Ciao, Luigi