Questo sito contribuisce alla audience di

Hyundai i20

La piccola coreana la portate via con meno di 10.000 euro

Hyundai i20  coreana segmento B
I coreani ormai da molto tempo hanno dimostrato di saper muoversi benissimo il mercato automobilistico facendo scelte opportune alla congiuntura del momento. La Hyundai non si certo fatta trovare impreparata ad affrontare la notevole diminuzione di ordinativi. Il modello i20 infatti soddisfa diverse esigenze dell’utente europeo ed ora anche americano e ciò le permetterà di avere più di una carta da giocare nei confronti delle rivali del segmento B. L’articolo presente in MotorBox.com ne illustra le caratteristiche più interessanti. Di seguito la parte introduttiva:

“RIVOLUZIONE TOTALE
Tutto si potrà dire ma non che alla Hyundai siano rimasti con le mani in mano in attesa dell’onda lunga della crisi. In Corea si sono infatti rimboccati le maniche per bene e nell’ultimo periodo hanno ribaltato la loro gamma come un calzino, sfornando novità a raffica. Basti pensare che soli da luglio del 2007 hanno rinnovato tutti i modelli nei tre segmenti principali del mercato, A, B e C.

STRETCHING
L’ultima novità in ordine cronologico è la i20, che entra con ambizioni di ben figurare da outsider nel combattutissimo settore delle utilitarie, quello che, esemplare più, esemplare meno, in Italia vale circa un 30% del mercato. La nuova nata è chiamata a rimpiazzare la Getz, rispetto alla quale segna un vero e proprio salto epocale. Le novità non si fermano a un semplice, lieve aumento delle dimensioni, che porta lunghezza, larghezza e altezza a toccare rispettivamente 394, 171 e 149 cm…”

Per approfondire l’argomento, basterà cliccare il link correlato. Ciao, Luigi