Questo sito contribuisce alla audience di

Parcheggiare l'auto è solo una questione matematica

In genere ci si limita a un’occhiata e subito si decide se sia possibile o meno inserire la nostra auto negli spazi liberi tra altri veicoli parcheggiati. Un parcheggio ben fatto, soprattutto se[...]

parcheggio di auto In genere ci si limita a un’occhiata e subito si decide se sia possibile o meno inserire la nostra auto negli spazi liberi tra altri veicoli parcheggiati.

Un parcheggio ben fatto, soprattutto se portato a termine in una sola manovra è un fiore all’occhiello, quasi un’altra tacca da fare al volante e che inorgoglisce. Se osservati da altri, spesso diventa un momento di sano esibizionismo che in futuro piacerà replicare a ogni occasione propizia.

E’ comunque l’esperienza che permette calcoli approssimativi che tengono anche conto della nostra abilità di guidatori.

Ora però viene in aiuto anche la matematica e sapendo districarsi con equazioni e formule, potremmo sapere in anticipo, senza possibilità di errore se, almeno teoricamente, avremo successo. Di questo e altro si parla nel sito Corriere.it. Di seguito la aparte introduttiva dell’articolo:

“Se parcheggiare non è proprio il vostro forte e piuttosto che ingaggiarvi in inutili manovre paghereste uno chauffeur privato, allora un’equazione potrebbe «aiutarvi». L’ha messa a punto un professore universitario di matematica del London’s Royal Holloway College e - almeno sulla carta - promette di venire a capo dei budelli più complicati o di capire se è il caso di non provarci nemmeno…”

Per continuare la lettura, basterà cliccare il link correlato. Ciao, Luigi