Questo sito contribuisce alla audience di

Il futuro di Termini Imerese è nell'auto elettrica, parola di Simone Cimino

Secondo Simone Cimino, finanziere siciliano che cerca di vedere lontano e soprattutto oltre i destini di Termini Imerese, il futuro dell’impianto industriale che la FIAT si accinge ad abbandonare,[...]

Simone Cimino Secondo Simone Cimino, finanziere siciliano che cerca di vedere lontano e soprattutto oltre i destini di Termini Imerese, il futuro dell’impianto industriale che la FIAT si accinge ad abbandonare, è tutto nell’auto elettrica.

Si chiamerà Reva-NXG e funzionerà per circa 200 chilometri grazie a una ricarica di otto ore. La grande autonomia le verrà da una batteria al litio di nuova concezione.

Ostacoli? Cimino li vede solo nella realizzazione della rete che dovrebbe garantire la copertura territoriale di stazioni di rifornimento elettrico che, nelle intenzioni del finanziere, si alimenteranno a pannelli solari. Di questo e altro si parla nel sito Virgilio Notizie. Di seguito la parte introduttiva dell’articolo:

“Potrebbe venire dall’energia alternativa l’opportunità di rilancio occupazionale per Termini Imerese, dopo l’uscita di scena della Fiat prevista nel 2012. Ne è convinto il finanziere siciliano Simone Cimino, presidente del gruppo Cape, che stamattina ha presentato il progetto “Sunny car in sunny Region”.

Il piano illustrato da Cimino prevede la realizzazione a Termini, in base a una joint venture col gruppo indiano Reva, tra i leader al mondo nella produzione di vetture elettriche, di un’auto, la Reva-Nxg, sulla base di un investimento da 930 milioni di euro, e la creazione, in fase di pieno regime, di circa 3.500 posti di lavoro…”

Per continuare la lettura, basterà cliccare il link correlato. Ciao, Luigi