Questo sito contribuisce alla audience di

Pier Paolo Pasolini

Un diario poetico e drammatico del giovane Pasolini

Sotto questi pianeti che hanno sguardi

di primule… ecco un lupo geme

col suo candido cuore fiorito.

Ho egli non invoca che altre notti

uguale a questa: non osa sperare

che questa notte sia la vera, pura,

felice notte d’un suo nuovo ardore

o un suo nuovo trionfo silenzioso.

Si perde amando la sua giovinezza.

15 Luglio 1948

 

Così una delle prime pagine del diario poetico di Pasolini, ritrovate dopo la sua morte.

E’ un Pasolini giovane, diverso da quello che si metterà in luce a Roma. Ancora si domanda su cosa egli sia e ancora deve subire i processi della differenza. Con questa anticipazione, seguiremo l’itinerario di questo grande uomo e intelettuale.