Questo sito contribuisce alla audience di

Il morso del cobra

Ci sono dei matrimoni baciati dalla fortuna, alcuni di questi nascono da incontri che possono sembrare destinati al fallimento. Una leggera carrozzeria Inglese e un poderoso « ignorante» motore[...]

il morso del cobra

Ci sono dei matrimoni baciati dalla fortuna, alcuni di questi nascono da incontri che possono sembrare destinati al fallimento.

Una leggera carrozzeria Inglese e un poderoso « ignorante» motore Americano ? Sembra l’esempio perfetto.

La nostra storia inizia nel 1904 a Londra quando viene fondata la Autocar & Accessories ma diventa interessante quando, negli anni del dopoguerra, questa società acquista i progetti di uno visionario costruttore (John Tojero) per la produzione di una leggera spider sportiva, la AC Ace.

Fortunatamente l’estro e la fame di performance dei clienti della Ace danno vita a trapianti di motore che lasciano intendere le potenzialità della vettura.

E’ a questo punto che irrompe nel nostro racconto il nome di uno dei personaggi che hanno cambiato la storia dell’auto : Carrol Shelby.

Il pilota Texano propone di montare un poderoso v8 Americano nella leggera roadster Inglese; nasce la Ac Cobra.

Shelby subentra nella produzione e assembla le vetture in Usa importando le carrozzerie dalla Gran Bretagna

Il propulsore Ford V8 di 4261cc (Cobra 289) garantisce 260 cv e prestazioni che negli anni 60 erano stratosferiche.

Con la seconda e terza serie (4763cc e 6997cc note come 427) la Cobra raggiunge il suo apice e gareggia alla 12h di Sebring, Le Mans, Targa Florio e 24h di Daytona solo per citare alcune delle sue partecipazioni.

Nel frattempo e siamo nel 1965 vi sono alcune apparizioni di una versione coupe’ , la Daytona.

il morso del cobrail morso del cobrail morso del cobra

Ultimi interventi

Vedi tutti