Questo sito contribuisce alla audience di

Vincere la tendenza a rimandare

Procrastinare, rimandare, rinviare, posticipare, differire, dilazionare si riferiscono all'abitudine di mettere le cose da parte, aspettando fino all'ultimo minuto, o non completando un compito.

Cosa c’è dietro la tendenza a
rimandare?
Milioni di persone soffrono di questa
forma di auto-sabotaggio. Eppure la procrastinazione non è semplicemente
un’abitudine sbagliata, in realtà è un modo di evitare qualcos’altro:
ansietà o paura.

Lenore Yuen e Jane Burka, autrici del
libro Procrastination, sostengono che la tendenza a rimandare è in
relazione a cinque diversi generi di paura.

La più diffusa è la PAURA DI FALLIRE,
o del giudizio degli altri.

Se continuamente pensi a te stesso come
non “bravo abbastanza” o ti preoccupa che gli altri possano non
accettarti, puoi continuare a posporre o non terminare un progetto.

Antonella lavorava alla sua relazione
fino a tarda sera, timorosa di non essere ben preparata per la
presentazione del progetto di cui era stata incaricata. Temeva di non
riuscire a fare un lavoro perfetto e di non ottenere la promozione che
aspettava.

Alla PAURA DI FALLIRE e del giudizio
altrui, si accompagna spesso il rodimento del PERFEZIONISMO.

I perfezionisti trascorrono la loro vita
in una fantasia di perfezione e tendono a non completare i compiti perchè
nulla sembra abbastanza perfetto.

La seconda paura che crea
procrastinazione è la PAURA DEL SUCCESSO.

Se credi che, raggiungendo il successo,
devi continuamente “rimanere al top”, potresti sentirti
intimorito all’idea di dover diventare uno stacanovista.

O forse temi di non piacere più agli
amici e ai familiari se sei “troppo bravo”. Meglio essere
mediocre e rimanere nel gregge.

Talvolta, quando eravamo piccole, il
nostro comportamento era piuttosto impetuoso, così abbiamo sviluppato la
convinzione di non essere delle “brave bambine”. Di conseguenza,
inconsciamente, puniamo noi stesse per le “colpe” passate.

Oppure, sempre a livello inconscio,
abbiamo paura di ferire i sentimenti dei nostri genitori se guadagniamo più
di loro.

“EFT è
sorprendente. Io non avevo mai realizzato che mi portavo dietro da
tanti anni un bagaglio enorme di sensi di colpa e che questi
influenzavano la mia capacità di guadagnare abbastanza.

Fin dalla prima sessione, tu mi hai aiutata ad arrivare al
nocciolo del problema e a lasciar andare il carico emotivo che
gravava sulle mie spalle. Il risultato è stato fantastico!”

Maria Clara B. - Firenze

La terza paura è del CONTROLLO DA PARTE
DELL’AUTORITÀ.

Quando tardi a restituire un libro della
biblioteca, mandare un biglietto di ringraziamento, oppure paghi le
bollette l’ultimo giorno utile o rimandi la pulizia del tappeto fino alla
prossima primavera, forse ti stai ribellando all’autorità: genitori,
insegnanti, o altri adulti che hanno creato le regole della tua infanzia.

Se temi il controllo, rimandare i lavori
ingrati può essere il tuo modo di rifiutare i “doveri” nella
tua vita. L’unico inconveniente è il senso di colpa che ne deriva.

“Quattro
sessioni di EFT hanno cambiato la mia vita. Ho smesso di pensare
in termini di “doveri”, e iniziato a vedere le cose come
“scelgo” o “non scelgo”. In pochi giorni ho
finito un progetto che trascinavo da mesi.”

Stefano S. - Trieste

La PAURA DELL’INDIPENDENZA è un’altra
causa di procrastinazione. Linda coltivava da anni il sogno di trasformare
il suo hobby in un’attività a tempo pieno. Eppure, quando riceveva
l’invito a partecipare a qualche mostra o evento che poteva essere
importante per verificare la fattibilità del suo sogno, continuava a
rimandare la decisione. La sua paura era che il successo l’avrebbe
allontanata dalle persone care. E che avviare la sua attività avrebbe
significato doversi fidare unicamente del suo giudizio.

“Grazie per
avermi insegnato l’EFT che mi ha aiutata a comprendere e a
sciogliere la mia resistenza e paura di avviare la mia attività.”

Linda N. - Cattolica

L’ultima paura è la PAURA DEL CAMBIAMENTO.

Possiamo associare il successo con un
gruppo totalmente diverso di persone, gli intelligenti, i ricchi, i
famosi, i leaders. Potremmo sentirci non adatti. O temere di lasciare i
luoghi familiari e confortevoli per avventurarci in acque straniere.

I tuoi pensieri e convinzioni creano le
tue paure, queste conducono alla procrastinazione. In questo modo eviti le
cose che, inconsciamente temi di più: biasimo, solitudine, imbarazzo,
estraneità, o riconoscere il tuo valore e talento.

La tendenza a rimandare è un invito a
riflettere e a lavorare sulle paure esposte in precedenza.

EFT
è la tecnica che utilizzo più spesso, nel mio ruolo di coaching, per
rimuovere le emozioni negative e le paure che si nascondono dietro la
tendenza a rimandare.

La chiave è trovare quello che ti sta
bloccando, una delle maniere più efficaci per farlo è completare la
frase seguente: “se decido di agire verso il successo, le conseguenze
negative potrebbero essere……………..”

La risposta, solitamente, è una
convinzione limitante.

L’EFT
è molto efficace su:

problemi di autostima

ansietà

paura di fallire

paura del successo

convinzione di non meritare una vita migliore

paura del rifiuto

senso di colpa

Vuoi provare? Scrivimi
per fissare una sessione telefonica gratuita di 30 minuti!