Questo sito contribuisce alla audience di

L'automassaggio ayurvedico

In questa medicina tradizionale indiana, grande importanza ha la cura del corpo che deve vibrare in armonia con le forze della natura. L'automassaggio è una tecnica che permette di ripulire i nostri canali energetici

La medicina ayurvedica propone diverse pratiche di automassaggio e sono tanti i benefici che questi metodi possono offrire.
Si utilizza l’olio di sesamo che viene considerato “olio di base” perché, nel caso di specifiche terapie mediche Ayurvediche, viene miscelato ad altre sostanze curative.
Un altro olio che gode di molta considerazione per le sue proprietà è l’olio di mandorle.
La tecnica spiegata di seguito viene insegnata in alcune rinomate scuole di yoga che godono della presenza di maestri particolarmente esperti.
Il trattamento inizia dai piedi. Nei massaggi orientali in genere, i piedi sono ritenuti importanti poiché ricchi di sensibili aree e punti che trovano corrispondenza in varie parti del corpo, compresi gli organi interni.
Per questo motivo vengono trattati con diligenza ed attenzione.In particolare per noi occidentali, i piedi, essendo normalmente richiusi nelle scarpe, necessitano di specifico intervento per porre rimedio ai danni derivanti dalla stretta delle scarpe.

Sedetevi dunque, toglietevi scarpe e calze e procedete come segue.
Si inizia normalmente dal piede destro ed il primo contributo prevede una accurata stesura dell’olio, in quantità non eccessiva, su tutta la superficie dell’arto, utilizzando il palmo di entrambe le mani.
L’olio va steso anche fra le dita dei piedi e per farlo, si possono utilizzare i pollici che alternativamente si muovono avanti e indietro per massaggiare e rivitalizzare la pelle così delicata in questi punti.
Nella manovra seguente si divaricano le dita con attenzione per non lacerare la pelle infradito. Per completare lo scioglimento delle articolazioni, infine, iniziando dall’alluce, si tirano e ruotano, in senso orario, ad una ad una, tutte le dita del piede.
.Ora adottando una pressione decisa, massaggiate, con la parte interna del pollice, l’intera superficie della pianta del piede in strisce verticali che partono dal tallone e culminano alla base delle dita.
Concludete sfregando con il palmo della mano aperta la parte laterale sia interna sia esterna del piede portando sollievo ma anche inviando impulsi benefici alla colonna vertebrale che in queste parti ha appunto la sua corrispondenza.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti