Questo sito contribuisce alla audience di

La Garcinia Cambogia pianta ayurvedica per depurare e dimagrire

Utilizzata principalmente come spezia da cucina, la Garcinia Cambogia è oggi una delle piante riconducibili alla tradizione ayurvedica, più usate in Occidente

La Garcinia cambogia, comunemente denominata “tamarindo malabar”, conosciuta principalmente nel sud dell’India per il suo valore alimentare, è tradizionalmente utilizzata come spezia da cucina e conservante del pesce.
Sebbene questa specie non facesse parte della medicina tradizionale Ayurvedica dell’antica India, veniva comunque ampiamente utilizzata dai contadini indiani nella cura con le erbe.
Oggi la Garcinia Cambogia è usata principalmente come dimagrante e depurativo.
Gli estratti di Garcinia Cambogia, sotto forma di tavolette o compresse, vengono assunte, mezz’ora prima dei pasti, per avere una azione dimagrante e per diminuire la quantità di zuccheri e tossine nel sangue.
Le proprietà antisettiche della buccia della Garcinia cambogia la rendono un ingrediente utile nei gargarismi per gengive deboli e sanguinanti.
Nella tradizione ayurvedica, la polvere di garcinia cambogia può essere utilizzata per gargarismi da fare dopo la pulizia dei denti.
La buccia del frutto (la stessa parte della pianta che si usa come condimento) è trasformata in tè per trattare i reumatismi ed i disturbi intestinali.
Sempre gli estratti della buccia sono utilizzati a scopo terapeutico in medicina ayurvedica, incluso il trattamento dell’angina.
Nella medicina veterinaria, la Garcinia cambogia è considerata efficace per le malattie della bocca degli animali.
Resta però l’uso come pianta dimagrante, che ha reso la Garcinia Cambogia, una delle piante della tradizione indiana più utilizzate.
Benché la Garcinia cambogia non sia citata nei testi Ayurvedici classici indiani, alcune altre specie di questo genere sono elencate nella “Materia Medica Indiana” come rimedi per diverse malattie.
Anche altre specie della Garcinia cambogia hanno avuto una lunga storia nell’uso umano e nella medicina botanica tradizionale dell’India.
Inoltre, una ricerca sulla cultura degli usi della specie Garcinia nella medicina popolare o tradizionale, mostra che molti alberi e arbusti di questo genere si utilizzano a scopo terapeutico (spesso per disturbi simili) in altre parti del mondo per lo più in Asia meridionale.
Le prime ricerche scientifiche di laboratorio sulla Garcinia realizzate in India furono incentrate principalmente sulle specie descritte nella medicina Ayurvedica, includendo per esempio la Garcinia indica (Garcinia purpurea) e la Garcinia mangostana.
Preparati a base di Garcinia Cambogia sono molto apprezzati dai terapeuti ayurvedici soprattutto quando ad una azione dimagrante si vuole mettere in risalto una azione depurativa.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti