Questo sito contribuisce alla audience di

Insonnia: cicli e necessità del sonno nella medicina ayurvedica

Secondo la tradizione dell'antica medicina indiana le fasi del sonno e dei disturbi ad essi collegato, sono legati a cicli energetici. Approfondiamo l'argomento

Le persone che svolgono lavori manuali faticosi hanno bisogno di più sonno rispetto a quelle che rìcoprono posizioni amministrative.
Le persone in posìzione subordinata hanno bisogno di più sonno rispetto a quelle in posizione di comando.
Le persone che fanno un lavoro di amministrazione hanno bisogno dì dormire di più rispetto a coloro che si sono ritirati dagli affari materiali.
Secondo la ayurvedica esistono dei cicli di sonno in base all’età. La necessità di sonno varia anche con l’età.
Un bambino nel primo ciclo di sette anni ha bisogno di dormire da dieci a dodici ore per notte.
Nel secondo ciclo di sette anni ha bisogno di otto-diecí ore.
Un giovane nel terzo ciclo di sette anni ha bisogno di sei-otto ore di sonno, mentre un giovane adulto nel quarto ciclo di sette anni ha bisogno di dormire circa cinque-sei ore.
Chi ha superato il quarto cielo di sette annì ed entra nel quinto ha bisogno di quattro-cínque ore, nel sesto cìclo bisogna dormire tre-quattro ore e nel settimo cìclo la necessìtà di sonno è molto ridotta.
Bisogna sottolineare qui che questi valori sono per l’organismo umano normale, non per quello medio e il livello normale può essere considerato sovrumano secondo la nostra esperienza moderna.
Chiunque abbia superato i ventun anni non dovrebbe dormire più di otto ore per notte, perché dormire più a lungo produrrà un eccesso di tamas nell’organismo e gli darà una sensazione di fatica per tutto il giorno.
Questo accade perché durante un terzo delle ore di sonno si sogna e l’attività onírica consuma energia: dormire di più significa sognare di più e consumare pìù energia.
Dormire profondamente per un tempo più breve è più riposante che dormire a lungo facendo tantì sogni.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti